X hits on this document

Word document

Linee guida per un orientamento basato - page 18 / 58

157 views

0 shares

0 downloads

0 comments

18 / 58

II. L’EROGAZIONE DEI SERVIZI DI ORIENTAMENTO ATTRAVERSO L’ UTILIZZO DELLE TECNOLOGIE WEB

Questo capitolo riguarda l’erogazione dei servizi di orientamento attraverso l’utilizzo delle tecnologie web. Dopo aver effettuato una panoramica delle potenzialità delle nuove tecnologie web, vengono svolte alcune considerazioni sui pro e sui contro dell’utilizzo degli strumenti basati sulle tecnologie web rispetto agli strumenti tradizionali, presentata la tipologia di servizi di orientamento che possono essere erogati attraverso il web ed evidenziate le competenze che si richiedono agli operatori dell’orientamento che usano tali strumenti nel loro lavoro quotidiano. Il capitolo termina con un promemoria che sintetizza i punti chiave da tenere presenti nell’erogazione dei servizi di orientamento basati sulle tecnologie web.

II.1. I servizi di orientamento basati sulle tecnologie web

Il numero di persone che navigano in Internet è in continuo aumento e questo strumento è sempre più usato come una modalità alternativa per reperire informazioni. Può essere usato tanto da casa, quanto da luoghi pubblici, per esempio una biblioteca o un internet café. Un sito web è una fonte di informazioni che non finisce mai ed è di uso abbastanza semplice ed immediato. Sebbene alcuni servizi orientativi siano più sviluppati di altri (per esempio esistono molte banche dati rivolte a ampi target di utenti) è importante riconoscere che l’uso di strumenti basati sulle tecnologie web è, nel campo dell’orientamento, ancora in itinere.

In generale, l’erogazione di servizi di orientamento implica fondamentalmente una relazione fra il consigliere di orientamento e l’utente, in cui il primo mette le proprie competenze a disposizione dell’utente per aiutarlo a decidere sull’organizzazione del proprio percorso professionale. Questo “aiuto”, così genericamente definito, può consistere in informazioni generali riguardo ai percorsi di formazione, riguardo al mercato del lavoro, o riguardo alle opportunità professionali esistenti a livello locale, regionale, nazionale o internazionale, a seconda di quelli che sono i bisogni dell’utente. Oppure l’utente può avere bisogno di un aiuto più in profondità nell’organizzazione del proprio percorso professionale e questo fa sì che la relazione di orientamento possa variare per durata ed intensità.

L’erogazione di servizi di orientamento attraverso i media abbraccia tecnicamente una gamma di strumenti audio, video, CD-ROM, siti web, e-mail e di consulenza telefonica. Fino agli anni più recenti, i servizi tramite computer, televisione e telefono erano comunemente erogati attraverso canali separati. Lo sviluppo tecnologico della tecnologia digitale e a banda larga permette adesso di comprendere questi tre canali in un’unica banda larga. Lo sviluppo tecnologico consentirà, dunque, un livello sempre maggiore di personalizzazione ed interattività (Negroponte, 1995). In tal modo l’operatore potrà servirsi di questi mezzi tecnologici per erogare servizi di orientamento personalizzati e quindi sempre più vicini alle esigenze dell’utente.

Nel settore dell’orientamento, i siti web costituiscono di solito degli strumenti extra che vanno ad aggiungersi ai servizi tradizionali erogati dai centri di orientamento, storicamente presenti come centri territoriali e centri d’informazione. I servizi di orientamento basati sulle

Document info
Document views157
Page views158
Page last viewedWed Dec 07 11:16:18 UTC 2016
Pages58
Paragraphs892
Words21001

Comments