X hits on this document

Word document

Linee guida per un orientamento basato - page 29 / 58

128 views

0 shares

0 downloads

0 comments

29 / 58

III.2. L’interazione uomo-macchina nel disegno di un sito web

L’interazione uomo-macchina studia la relazione che s’instaura tra un utente e un sistema computerizzato (HCI – Human-Computer Interaction). Negli ultimi studi sull’HCI, l’aspetto umano è diventato centrale, rispetto agli esordi quando il focus era sull’aspetto tecnico. L’intento è di accrescere l’usabilità di un sistema computerizzato. Il compito dell’HCI è di sviluppare per persone, per funzioni e per ambienti (Meggerle and Steen, 2002). È importante conoscere i limiti e le condizioni umane, al fine di adattare la tecnologia ai bisogni dell’utente. L’HCI ha un approccio interdisciplinare che supporta lo sviluppo di sistemi user-friendly (letteralmente, di facile utilizzo per l’utente).

La qualità dell’interfaccia con l’utente è un fattore critico e può essere migliorata attraverso una maggiore comprensione delle condizioni e dei bisogni dell’utente. Hägglund identifica quattro tipi di sistemi interattivi, di cui il quarto (Individual formed system) si riferisce all’orientamento basato sul web. Caratteristica di questo tipo di sistema interattivo è che deve essere attraente per l’utente e facile da usare.

III.3. Il sistema umano

Conoscere il modo di vedere, la memoria ed il pensiero umano è fondamentale nello sviluppo dell’interfaccia di un sito web.

III.3.1. Modo di vedere e di lettura dei contenuti sul computer

Secondo Berndtsson e Ottersten, guardare o percepire è il risultato di un adattamento complesso del cervello, controllato parzialmente dall’esperienza e dall’interesse dell’individuo. È perciò importante eliminare tutto ciò che non è necessario, tutto ciò che non fornisce alcuna informazione (Berndtsson and Ottersten, 2002).

È più facile leggere e cercare informazioni sullo schermo, se l’occhio ha la possibilità di seguire una linea. Normalmente, leggere un testo sullo schermo è più lento che sulla carta, in termini percentuali di circa il 20-30%. La progettazione web dovrebbe quindi:

Progettare e sviluppare testi e link sintetizzando il più possibile, aiutando l’utente a farsi un’idea dei contenuti più rilevanti;

Mostrare chiaramente i link e darne una descrizione facile;

Usare un carattere grande ed evitare il corsivo per i link;

Creare affinità raggruppando i contenuti.

Le informazioni correlate dovrebbero essere presentate insieme per aiutare l’utente a ridurre il lavoro di interpretazione dei contenuti che appaiono sullo schermo (si veda l’Allegato 2).

III.3.2. La psicologia della memoria umana

La memoria umana e i suoi processi sono argomenti di grande interesse nello studio dell’interazione fra l’uomo e il computer (Allwood, 1998). L’uso del computer da parte dell’uomo dipende dalle caratteristiche del sistema della memoria umana. Il pensiero umano può essere in parte descritto come un processo cosciente della memoria.

Secondo Berndtsson e Ottersten, ci sono tre tipi di memoria:

Document info
Document views128
Page views129
Page last viewedSat Dec 03 07:13:11 UTC 2016
Pages58
Paragraphs892
Words21001

Comments