X hits on this document

Word document

Linee guida per un orientamento basato - page 43 / 58

125 views

0 shares

0 downloads

0 comments

43 / 58

coinvolto nella comprensione e nell’interessamento a temi professionali. L’accento è sulla collaborazione e sulle azioni comuni (Sampson, 1998). L’unicità dell’individuo viene enfatizzata, così come l’opportunità di diventare parte più attiva e impiegare tutti i canali sensoriali, ivi incluse creatività ed immaginazione.

IV.3.6. La teoria costruttivista del counselling professionale

Le teorie costruttiviste (Peavy, 1995; McMahon & Tatham, 2002) si sono sviluppate in risposta al fatto che ci si rende conto che la vita del cliente è sempre più influenzata dalle trasformazioni sociali: per esempio, la disgregazione della famiglia e della comunità, l'incertezza e le crisi, il riconoscimento dell’impatto dell’ambiente e della sua visione del mondo sullo sviluppo professionale dell’individuo. Si tratta di una struttura olistica piuttosto che una gamma di tecniche. Il counselling professionale costruttivista è descritto quale metodo di pianificazione della vita, in cui le nuove conoscenze sono incorporate nei contesti esistenziali dell’individuo. È stato descritto come “costruzione” del cliente attraverso l’interpretazione che egli fa della società e le azioni che conseguentemente intraprende. Questo significa che, a seconda delle condizioni, l’individuo sarà a sua volta conservatore o creativo nelle relazioni e nel lavoro.

L’orientatore ed il cliente sono entrambi esperti nel counselling e di sé stessi rispettivamente, ed entrambi cercano di identificare i “modelli condizionanti” che formano il modo di pensare e agire del cliente. Le relazioni influenti sono ritenute più condizionanti nello sviluppo professionale che le attività di counselling tradizionale, come i test psicometrici. Il cliente e l’orientatore lavorano con le esperienze di vita del cliente, mentre il processo di counselling è visto come un metodo per influenzare piuttosto che un come l’inizio di un cambiamento.

IV. 3.7. La teoria socio-cognitiva (SCCT)

Come molte delle teorie emergenti, la SCCT considera le variabili cognitive un aspetto importante del processo di scelta professionale. SCCT tenta di offrire una struttura unificante di teorie diverse ma collegate, in cui le varie prospettive possono essere fra loro complementari (e forse convergere in una nuova sintetica visione) essendo situate fra la teoria dell’apprendimento sociale di Krumboltz e la teoria costruttivista. SCCT considera l’io come qualcosa di dinamico e specifico. Perciò, per sintetizzare: mentre la teoria Costruttivista concepisce l’individuo come artefice di sé e dei suoi comportamenti e Krumboltz, dall’altra parte, ritiene l’individuo un prodotto di fattori sociali, lo SCCT suggerisce che la persona sia artefice e prodotto dell’ambiente sociale.

Il valore aggiunto che lo SCCT dà all’ambiente web potrebbe essere di guardare ad Internet come strumento che fornisce servizi generali, in contrasto a una sequenza di interventi specifici con incontri faccia a faccia che possono avere a che fare con modelli complessi di circostanze sociali. Può anche esser messo l’accento sul web come prodotto socio-culturale in sé, trattandosi di uno strumento con cui un cliente potrebbe imbattersi nel processo di sviluppo professionale. Uno strumento o metodo di lavoro rispecchia il patrimonio culturale dei progettisti e degli orientatori e i codici sociali vigenti. Un altro punto da tenere in considerazione rispetto a SCCT è la possibilità di comunicare con i propri pari su Internet, che potrebbe esser visto come un elemento che supporta attività di auto-valutazione.

IV. 3. 8. Teoria “Solution Focused

Questa teoria o insieme di metodologie assume che ogni persona sia realmente unica e che dovrebbe essere trattata tenendo presente tale unicità. I problemi professionali nella gran parte dei casi non possono essere tenuti separati dalla vita personale. Queste due sfere sono

Document info
Document views125
Page views126
Page last viewedFri Oct 28 23:35:18 UTC 2016
Pages58
Paragraphs892
Words21001

Comments