X hits on this document

207 views

0 shares

0 downloads

0 comments

14 / 74

Articolo 4

Disposizioni in materia di trasporti

1. All’articolo 15 della legge regionale  11 agosto 2005, n. 15, dopo il comma 1 è aggiunto il seguente:

           “1 bis. Il beneficiario è tenuto al versamento di una quota percentuale del valore facciale             del titolo, fissata annualmente dalla Giunta regionale.”

2. Sono abrogati l’articolo 20 della legge regionale 11 agosto 2005, n. 15 ed il comma 1          dell’articolo 20 della legge regionale 29 dicembre 2005, n. 24.

3. Le disposizioni di cui ai comma 1 e 2 divengono efficaci solo successivamente all’accordo che la Giunta regionale conclude con le aziende di trasporto, accordo volto a definire le agevolazioni in favore delle forze  dell’ordine  e delle categorie protette.

Commento

La legge regionale n .15/2005 (legge finanziaria 2005), all’art. 15 prevede l’estensione dei benefici del sistema tariffario Unicocampania ai soggetti, individuati con leggi regionali, che usufruiscono del libero percorso su una singola linea interurbana (non vedenti – l.r.10/90; mutilati ed invalidi di guerra e per servizio e vedove di questi – l.r.5/99; invalidi del lavoro – l.r.18/00; sordomuti – l.r.10/01).

Il nuovo comma 1bis della finanziaria regionale prevede il versamento, da parte dei soggetti beneficiari, di una quota del valore facciale del titolo, fissata annualmente dalla Giunta regionale.

L’art. 20 della legge in esame prescrive l’obbligo per le aziende di trasporto pubblico delle regione di garantire, senza aumentare i corrispettivi, la libera circolazione sui mezzi di trasporto, per motivi di servizio, degli agenti ed ufficiali di pubblica sicurezza, appartenenti all’Arma dei carabinieri, alle Forze di polizia, alla Polizia penitenziaria, alla Guardia di finanza, al Corpo forestale dello Stato, alla Polizia provinciale e, limitatamente al territorio comunale di pertinenza, agli Agenti di Polizia municipale e ai vigili del fuoco. Per la circolazione di tali soggetti non è dovuto alcun rimborso alle aziende esercenti il pubblico trasporto.    

Le disposizioni in esame diventano efficaci previo accordo con le aziende di trasporto per la definizione delle agevolazioni in favore delle forze dell’ordine e delle categorie protette.  

Document info
Document views207
Page views207
Page last viewedSat Dec 10 13:30:15 UTC 2016
Pages74
Paragraphs1062
Words28181

Comments