X hits on this document

202 views

0 shares

0 downloads

0 comments

22 / 74

Articolo 10

Responsabilità dirigenziale

1.  Il dirigente del competente settore può assumere direttamente la responsabilità dei procedimenti amministrativi ovvero individuare per ciascun procedimento il dirigente o il funzionario cui attribuire la responsabilità e i compiti indicati dall’articolo 6 della legge 7 agosto 1990, n. 241, vigilando sull’attività del responsabile designato e sul rispetto del termine entro cui il procedimento deve essere concluso.

2. Il dirigente del settore, in caso di mancato rispetto del termine di conclusione del procedimento da parte del responsabile del procedimento, provvede direttamente a definire il procedimento entro i trenta giorni successivi alla data entro cui avrebbe dovuto essere concluso.

3. Il rispetto dei termini per la conclusione dei procedimenti rappresenta un elemento di valutazione dei dirigenti.

4. In caso di responsabilità dirigenziale che determina gravi carenze organizzative, tali da compromettere il puntuale rispetto dei termini procedimentali o determinare aggravi per il cittadino, nonché nei casi di ripetuta inosservanza dell’obbligo di provvedere entro i termini fissati per ciascun procedimento, al dirigente può non essere attribuito, totalmente o parzialmente, il trattamento economico accessorio nel rispetto delle disposizioni contrattuali.

Commento

La legge n. 241 del 1990 (Nuove norme in materia di procedimento amministrativo) prescrive, ove non stabilito per legge o per regolamento, l’obbligo per le pubbliche amministrazioni di determinare per ciascun tipo di procedimento l’unità organizzativa responsabile dell’istruttoria e di ogni altro adempimento, nonché dell’adozione del provvedimento finale.

Il dirigente di ciascuna unità organizzativa può assegnare a sé o ad altro dipendente addetto all’unità, la responsabilità del singolo procedimento. Fino a quando non è effettuata tale assegnazione, responsabile del singolo procedimento è il funzionario preposto all’unità organizzativa.

Con l’art. 10 viene ulteriormente precisata la disposizione di cui sopra, sottolineando la responsabilità del dirigente di settore nella vigilanza sull’attività del responsabile designato  e sul rispetto del termine di conclusione del procedimento.

Il rispetto dei termini di conclusione dei procedimenti rappresenta un elemento di valutazione dei dirigenti.

Il dirigente dell’ufficio inadempiente è penalizzato nel trattamento economico accessorio (cioè la parte dello stipendio corrisposta sulla base dei risultati raggiunti) in caso di gravi e ripetute violazioni del dovere di concludere i procedimenti entro i termini previsti; e di comportamenti che determinano  gravi carenze organizzative tali da compromettere il rispetto puntuale dei termini o da comportare aggravi per il cittadino.   

Document info
Document views202
Page views202
Page last viewedFri Dec 09 16:13:02 UTC 2016
Pages74
Paragraphs1062
Words28181

Comments