X hits on this document

209 views

0 shares

0 downloads

0 comments

57 / 74

Art. 32

Norme sulla programmazione

1. L’articolo 2 della legge regionale 11 agosto 2005, n. 15 è così modificato:

a)

sostituire il periodo “commissione consiliare speciale Osservatorio, valorizzazione e valutazione dei risultati della spesa dei fondi comunitari e dei fondi FAS. Il parere si intende espresso decorsi 20 giorni dalla richiesta” con il seguente periodo:  “commissione consiliare permanente – Agricoltura. Caccia. Pesca. Risorse comunitarie e statali per lo sviluppo. Il parere, ai sensi  dell’articolo 1 della legge regionale 17 ottobre 2005, n.17, è reso entro 20 giorni dalla richiesta. Decorso tale termine senza che la commissione si sia pronunciata, lo stesso si intende acquisito in senso favorevole”.

b)

Aggiungere il seguente periodo: “La Giunta  acquisisce il parere della commissione “Agricoltura. Caccia. Pesca. Risorse Comunitarie e Statali per lo sviluppo” sui documenti contenenti gli indirizzi strategici propedeutici alla programmazione del fondo europeo di sviluppo regionale –FERS-, del fondo sociale europeo –FSE-, del fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale –FEASR- e del  fondo aree sottoutilizzate –FAS-. I programmi operativi sono trasmessi alla commissione per l’analisi di coerenza con i documenti di indirizzo. La commissione formula proposte e pareri sugli indirizzi generali e settoriali della programmazione. In sede di esecuzione dei citati programmi operativi l’autorità di gestione, nel rispetto del principio di certezza dei tempi, provvede a garantire che la pubblicazione di tutti i relativi bandi avviene con  cadenza almeno semestrale”.

Commento

L'articolo in oggetto disciplina alcuni aspetti della Programmazione dei Fondi europei. Nella fattispecie viene messo in rilievo il vincolo di acquisizione di pareri, dalla Commissione consiliare competente, da parte della Giunta regionale sui documenti di indirizzo strategico propedeutici alla programmazione di determinati Fondi.

L’art. 2 della l.r. n. 15/2005 (Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della regione Campania - legge finanziaria regionale 2005), disponeva l’acquisizione, sugli indirizzi generali di programmazione dei fondi comunitari del parere della commissione consiliare speciale “Osservatorio, valorizzazione e valutazione dei risultati della spesa dei fondi comunitari.

Con la nuova finanziaria regionale è previsto l’obbligo della Giunta di acquisire il parere della commissione Consiliare Permanente – Agricoltura. Caccia. Pesca. Risorse Comunitarie e Statali per lo sviluppo,  anziché dalla commissione consiliare speciale su indicata.

Con la delibera del 13 novembre 2006, il Consiglio regionale ha previsto il riordino delle commissioni consiliari, disponendo il taglio di undici commissioni speciali e la rimodulazione del numero complessivo degli organismi consiliari, che sono diventati otto permanenti (Affari istituzionali; Bilancio; Attività produttive; Urbanistica; Sanità; Istruzione e cultura; Ambiente; Agricoltura, Caccia, Pesca) e quattro speciali (Statuto; Controllo atti; Anticamorra;Politiche giovanili)  

Document info
Document views209
Page views209
Page last viewedSat Dec 10 15:34:37 UTC 2016
Pages74
Paragraphs1062
Words28181

Comments