X hits on this document

196 views

0 shares

0 downloads

0 comments

66 / 74

Art. 39

Incentivi per la zona rossa

1. Al fine di incentivare l’esodo dalla zona rossa dell’area Vesuviana, dichiarata ad alto rischio vulcanico dalla legge regionale 10 dicembre 2003, n. 21, i programmi costruttivi delle cooperative assegnatarie di aree nei piano di edilizia economica popolare -PEEP- ai sensi della  legge 18 aprile  1962, n. 167, dei comuni della zona rossa, resi inefficaci a seguito della entrata in vigore delle disposizioni di cui alla citata legge regionale n. 21/03 possono essere realizzati in comuni esterni al perimetro della fascia rossa, previo loro assenso, con l’adozione di varianti ai piani urbanistici vigenti e non concorrono al computo del relativo dimensionamento residenziale.

2. Ogni intervento localizzativo dei programmi costruttivi di cui al comma 1 può essere realizzato in un solo comune e nei limiti del dieci per cento  del fabbisogno di volumi residenziali previsti dallo strumento urbanistico del comune ospitante.

3. Gli interventi di cui al presente articolo non possono essere realizzati in comuni che hanno una superficie edificata superiore al cinquanta  per cento della superficie territoriale nonché nei comuni ricadenti nella zona gialla immediatamente confinanti con la zona rossa di cui alla legge regionale  n. 21/03.

Commento

Con la nuova finanziaria regionale sono stati disposti degli interventi incentivanti l’esodo dai comuni rientranti nella  zona rossa dell’area vesuviana, dichiarata ad alto rischio vulcanico dalla l.r. n. 21/2003 (Norme urbanistiche per i comuni rientranti nelle zone ad rischio vulcanico dell’area Vesuviana) .

In particolare, i programmi costruttivi delle cooperative assegnatarie di aree nei piani di edilizia economica popolare, resi inefficaci ai sensi della l.r. 21/2003, possono essere realizzati in comuni esterni al perimetro della fascia rossa, subordinatamente al rispetto di determinate condizioni: assenso dei comuni interessati, mediante adozione di variante dei piani urbanistici vigenti; realizzazione di ciascun  intervento in un sol comune; divieto di realizzazione degli interventi nei comuni la cui superficie edificata è superiore al 50% della superficie territoriale; divieto di realizzazione degli interventi nei comuni ricadenti nella zona gialla immediatamente confinante con la zona rossa .

Document info
Document views196
Page views196
Page last viewedFri Dec 09 04:30:36 UTC 2016
Pages74
Paragraphs1062
Words28181

Comments