X hits on this document

224 views

0 shares

0 downloads

0 comments

7 / 74

b) modifiche alla legge regionale n. 42/1979 “Interventi per la costruzione, l’ampliamento, il miglioramento, il completamento e l’acquisto di impianti e attrezzature sportive per la promozione e la diffusione della pratica sportiva “ (art. 6):

- previsione di un contributo in conto capitale agli enti locali per la ristrutturazione, il miglioramento, l’ampliamento e il completamento degli impianti e delle attrezzature sportive degli istituti scolastici;

- possibilità per gli istituti scolastici di utilizzare impianti sportivi nella disponibilità dei comuni; nonché, mediante apposite convenzioni, impianti privati. A tal fine la Regione concede contributi ai comuni nella misura del 50% della spesa ammissibile;

- soppressione della disposizione che prevedeva la concessione di un contributo, nella misura costante annua del 10%, quale concorso al pagamento degli interessi sui mutui decennali che province, comuni, consorzi tra enti locali, comunità montane, università pubbliche, contraggono per la costruzione, ampliamento, miglioramento, acquisto e acquisizione degli impianti sportivi.   

c) conclusione dei procedimenti nei comuni della Regione impegnati nella ricostruzione conseguente agli eventi sismici del novembre 1980 e febbraio 1981 entro 180 giorni dalla data di entrata in vigore della finanziaria regionale (art. 14);

d)  estensione del termine massimo per l’inizio e l’ultimazione dei lavori da 24 a 48 mesi, pena la revoca dei contributi concessi per la prosecuzione ed il completamento delle opere di ricostruzione conseguenti agli eventi sismici del Novembre 1980 e del Febbraio 1981, disciplinate dalla l.r. n. 20/03 (art. 31, comma 1);

e) stabilito il termine di 180 giorni dall’entrata in vigore della finanziaria per la consegna, all’articolazione regionale dell’anagrafe per l’edilizia scolastica, dei dati relativi agli edifici scolastici (art. 15);

f) certificazione dei debiti assunti dai comuni e dalle province fino al 31 dicembre 2005 nei confronti della regione Campania (art. 23);

g) snellimento delle procedure per gli impianti produttivi, prevedendo l’assegnazione ai comuni delle relative funzioni amministrative incluso il rilascio dei permessi a costruire. A tal fine è istituito presso i comuni lo sportello unico per le attività produttive (SUAP), al quale si applicano le norme di semplificazione dei procedimenti di autorizzazione per la realizzazione, l’ampliamento, la ristrutturazione e la riconversione di impianti produttivi, per l’esecuzione di opere interne ai fabbricati, nonché per la determinazione delle aree destinate ad insediamenti produttivi (art. 28);

h) contributi per la realizzazione di impianti di cremazione a favore di comuni singoli o associati (art. 31, comma 13);

i) trasferimento delle competenze sulle date dei saldi di fine stagione ai comuni (art. 31, comma 20);

l) possibilità per gli enti locali beneficiari dei contributi previsti dalla l.r. n.51/78 (Norme per la programmazione, il finanziamento, l’esecuzione dei lavori pubblici e di opere di pubblico interesse, snellimento delle procedure amministrative, deleghe e attribuzioni agli Enti locali), per i quali sono già stati emessi i decreti di finanziamento, di chiedere la devoluzione degli stessi per altre opere (art. 31, comma 27).

m) contributi per i comuni che si dotano di un canile municipale (art. 31, comma 41).

n) incentivazione dell’esodo dalla zona rossa dell’area Vesuviana, mediante la possibilità per i programmi costruttivi delle cooperative assegnatarie di aree di edilizia economica e popolare dei comuni a zona rossa, di essere realizzati in comuni esterni al perimetro della fascia rossa, ad esclusione dei comuni che hanno una superficie edificata superiore al cinquanta  per cento della superficie territoriale nonché di quelli ricadenti nella zona gialla immediatamente confinanti con la zona rossa (art. 39).

Document info
Document views224
Page views224
Page last viewedTue Jan 17 15:17:16 UTC 2017
Pages74
Paragraphs1062
Words28181

Comments