X hits on this document

20 views

0 shares

0 downloads

0 comments

3 / 10

GUIDA PER LE CONNESSIONI

ALLA RETE ELETTRICA DI ENEL DISTRIBUZIONE

Dicembre 2010

Ed. 2.1 - 257/268

Le verifiche periodiche dell’apparecchiatura di misura sono eseguite a cura del responsabile dell’installazione e manutenzione del sistema di misura, in conformità alla norma CEI 13-4. Gli oneri relativi alle attività di verifica periodica sono a carico del responsabile dell’installazione e manutenzione delle apparecchiature di misura.

Il Produttore si impegna a mantenere efficiente il dispositivo d’interfaccia ed a verificare periodicamente le tarature delle soglie d’intervento del sistema di protezione.

Le verifiche periodiche devono essere effettuate con regolarità (almeno ogni 3 anni) e comunque a seguito di:

-eventuali modifiche ai valori delle tarature delle protezioni che si rendono necessarie per inderogabili esigenze di Enel (tali modifiche saranno successivamente ufficializzate con l'aggiornamento della documentazione);

-eventuali modifiche del regolamento di esercizio che si rendano necessarie in conseguenza di nuove normative in materia o di innovazioni tecnologiche.

In caso di eventi straordinari, quali anomalie nella qualità della tensione rilevata sulla rete

e/o presunte anomalie del sistema di misura dell’energia immessa, Enel può richiedere che alcuni controlli siano ripetuti dal Produttore in presenza del proprio personale, ovvero si riserva di effettuare, in qualsiasi momento, la verifica di funzionamento dei sistemi di protezione.

Qualora si rilevino irregolarità Enel addebiterà le spese sostenute per le proprie attività di verifica al Produttore, il quale dovrà effettuare tutti gli interventi necessari per rimettere in regola il proprio impianto. Parimenti verranno addebitati al Produttore i danni ad impianti Enel e/o di Terzi imputabili a tarature diverse da quanto prescritto da Enel. I controlli occasionali e periodici dei sistemi di protezione saranno eseguiti comunque sotto la responsabilità del Produttore.

Enel, ogniqualvolta lo ritenga opportuno, potrà richiedere al Produttore una certificazione inerente il controllo delle tarature impostate e lo stato di installazione e manutenzione delle apparecchiature, riservandosi di verificare quanto da questi dichiarato.

Il Produttore produrrà adeguata documentazione (v. capitolo F.15) che certifichi la verifica di quanto originariamente prescritto da Enel, riportato nei documenti contrattuali e nei relativi allegati, che possa  essere stato modificato da interventi sugli impianti da lui effettuati e non segnalati ad Enel. Sarà cura dell’Enel richiedere l’eventuale rimborso delle spese collegate alle proprie verifiche qualora si rilevino irregolarità.

2.5Disposizioni operative e di sicurezza

Il personale Enel può eseguire tutte le manovre necessarie al servizio della propria rete anche senza preavviso.

Le sospensioni della fornitura di energia elettrica non costituiscono in ogni caso inadempienza imputabile ad Enel. Enel ha la facoltà di interrompere il parallelo qualora l'esercizio delle propri reti sia compromesso da perturbazioni provocate dall'impianto del Produttore o da inefficienza delle sue apparecchiature.

Ai fini  della sicurezza del  proprio personale, durante l'esecuzione dei  lavori o di altri interventi presentanti pericolo di contatto con elementi in tensione, il Produttore deve osservare le prescrizioni della legislazione vigente e delle norme CEI 11-27; in particolare, per gli interventi che interessano parti confinanti o che comunque richiedono l'esclusione congiunta di impianti o loro parti afferenti, sia alle installazioni Enel, inclusi i complessi di misura, che a quelle del Produttore, quest’ultimo (o chi per esso – Responsabile Impianto) deve prendere accordi con il personale autorizzato di Enel, per la messa in sicurezza degli impianti.

Inoltre, in occasione di attività lavorative del personale Enel in installazioni elettriche interne all’ambiente dove è situato l’impianto del Produttore, quest’ultimo dovrà fornire al personale Enel dettagliate informazioni sui rischi specifici presenti nell’ambiente in cui il predetto

Document info
Document views20
Page views20
Page last viewedFri Dec 02 18:22:33 UTC 2016
Pages10
Paragraphs361
Words3460

Comments