X hits on this document

Powerpoint document

ABIFORMAZIONE - Seminario di approfondimento - page 25 / 35

100 views

0 shares

0 downloads

0 comments

25 / 35

25

Atto unilaterale di mutuo

Ipotesi di flusso procedurale banca – notaio – cliente online

Dal 1° gennaio 2006 il documento informatico e-mail è a ciò idoneo e soddisfa anche il requisito della forma scritta ad substantiam perché avente il valore probante di scrittura privata ex art. 2702 c.c. per effetto del nuovo art. 2712 c.c. e dell’art. 21, comma 1 del CAD. La “firma elettronica” è riconosciuta per l’autenticazione tramite User ID, IP, ID (regole C.N.I.P.A. - Centro Nazionale per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione Parere del maggio 2004 e Art. 2.1 della direttiva UE 1999/93/CE)

------------------------------------

(Codice di Amministrazione Digitale, D.Lgs. 85/2005 e D.Lgs. 159/2006 - CAD) “Le riproduzioniinformatiche … e, in genere, ogni altra rappresentazione meccanica di fatti e di cose formano piena prova dei fatti e delle cose rappresentate, se colui contro il quale sono prodotte non ne disconosce la conformità ai fatti o alle cose medesime”. Sul valore probante dell’e-mail in giurisprudenza, v. Cassazione n°6879/1994 e n°9685/2000: “La prova scritta richiesta dall’art. 633 c.p.c. per l’emissione del decreto ingiuntivo può essere costituita da qualsiasi documento, ancorché privo di efficacia probatoria assoluta, da cui risulti il diritto fatto valere a fondamento della richiesta ingiunzione, mentre la completezza o meno della documentazione esibita dal richiedente va accertata nel giudizio di opposizione” – Trib. Bari, (ord.), 10=15 febbraio 2005; Trib. Salerno, 6 maggio 2004, in Giurisprudenza di merito, 2004, p. 2444; Trib. Roma, 7 agosto 1991, in Foro italiano, 1992, I, 1933,

Document info
Document views100
Page views100
Page last viewedSun Dec 04 23:43:55 UTC 2016
Pages35
Paragraphs258
Words4900

Comments