X hits on this document

64 views

0 shares

0 downloads

0 comments

25 / 27

I Grandi Parchi Americani

http:/www.msereno1970.com

Grand Canyon National Park 14 luglio 2004.

Dopo aver pernottato a Williams (all' Howard Johnson Travel Inn) partiamo per la volta del Grand Canyon. Williams è la cittadina ideale per fare tappa prima di visitare il grand Canyon, dista solo un'ora di auto: sono solo 50 miglia, e vi arriverete percorrendo la route 64 e poi la 180. Il tempo non è bellissimo, ogni tanto cade qualche goccia d'acqua. Sul Grand Canyon dico solo una cosa: preparatevi, non esistono libri, video o foto in grado di prepararvi alla sua grandiosità. Noi percorriamo la Scenic Drive del South Rim in auto fino a Desert View e incontriamo pure i primi italiani! un gruppo di torinesi attempati, insomma il famtomatico Autobus "Gruppo Vacanze Piemonte" stracarico di sessantenni arzilli con signora al seguito che, indifferenti alle rimostranze delle gentil consorti, la battono pesantemente alla guida, italiana pure lei! (curioso vagare per il Gran Canyon e sentire improvvisamente il proprio dialetto dopo due settimane di inglese!).

Come detto quella del Grand Canyon è stata la nostra ultima tappa "naturalistica". Dai vari view points disseminati lungo il south rim le viste sono veramente molto belle ma il canyon rimane troppo lontano, si scorgono pochi dettagli e si riesce appena ad intuirne la grandezza e la maestosità. Se visitate il Grand Canyon all'inizio del vostro viaggio invece che alla fine come abbiamo fatto noi l'impressione di grandiosità sarebbe ancora più marcata. Per noi, invece, dopo un paio di settimane nella Grande Natura (lasciatemi usare le maiuscole!) del sud-ovest, una semplice "raffica" di punti panoramici non ci basta più, pertanto la nostra opinione è di tenersi il Grand Canyon come gran finale: la sua immensità è tale da oscurare tutto quanto potrete vedere negli altri parchi!!! un'alternativa al trekking, o alle gite di dorso di mulo, è quella di esplorare il Grand Canyon anche dall'aria, esistono infatti parecchie possibilità di fare dei giri in elicottero anche partendo da Las Vegas, Williams, Flagstaff etc. Sulla route 64 da Flagstaff verso l'ingresso del Grand Canyon abbiamo visto parecchi elicotteri fermi ai lati della strada e pronti al decollo, basta pagare.... in alternativa ricordatevi che a Tusayan viene proiettato un bellissimo filmato IMAX con tutte le meraviglie del parco.

Durante la nostra visita il tempo peggiora, si scatena un tremendo temporale e comincia a grandinare: in pochi istanti le pinete intorno al canyon si imbiancano e comincia a fare parecchio freddo; i chicchi di grandine son parecchio grossi e temiamo per l'incolumità della nostra Chevy. Anche se a malincuore, abbandoniamo il parco e ci dirigiamo alla volta di Barstow, passando di nuovo per Williams, sulla intestate 40. Con il senno di poi avremmo sacrificato una giornata a Los Angeles per vedere meglio il Canyon, ma come diceva Manzoni "Del senno di poi ne son piene le fosse"...

Il maltempo ci rallenta (sull'autostrada da Williams a Kingman praticamente procediamo a passo d'uomo causa l'intensità della pioggia) e decidiamo di dormire a Kingman presso il Kingman Days Inn, dove possiamo usare un altro dei coupon e paghiamo solo 38 dollari! La sera ceniamo in un localino consigliatoci dalla guida (MR D'Z ROUTE 66 DINER), locale mitico della vecchia route 66 dove l'arredamento (i neon rosa, il juke box a giradischi rosa, i tavolini e i sedili anch'essi rigorosamente rosa) e l'atmosfera sono quelli tipici degli anni '50 americani, sembra di vivere una puntata di "Happy Days" anche se dalle cucine proveniva musica RAP che faceva tanto 21-esimo secolo.....

pagina 25 di 27

Document info
Document views64
Page views64
Page last viewedMon Dec 05 21:19:20 UTC 2016
Pages27
Paragraphs285
Words11955

Comments