X hits on this document

24 views

0 shares

0 downloads

0 comments

1 / 11

PAPUA NUOVA GUINEA

A SPASSO NELLA PREISTORIA

Papua Nuova Guinea è la più grande isola del mondo dopo la Groenlandia. Una catena montagnosa la attraversa da ovest a est con picchi che superano i 4000 m. È in gran parte coperta da una foresta quasi impenetrabile, interrotta da altopiani aridi simili a savane. Nelle zone piane si allargano vasti acquitrini e paludi alluvionali formati da una fitta rete di fiumi, fra cui il più importante è il Sepik, che scorre per 1120 km verso la costa settentrionale. Questo paese ha offerto agli antropologi l'opportunità di entrare in contatto con antichissime popolazioni, sparse in villaggi piccolissimi tra le giungle delle montagne, di cui fino alla seconda metà del ventesimo secolo si ignorava l'esistenza. Ancora oggi molte tribù, pur avendo contatti con la civiltà moderna, continuano a vivere come i loro antenati cacciatori-raccoglitori dell'età della pietra. Superficie: 463.000 kmq. Abitanti: 5.500.000. Capitale: Port Moresby. Aeroporti: l'aeroporto internazionale di Jackson Field è situato a 8 km. dalla capitale. Lingua: la lingua ufficiale è l'inglese. In Papua Nuova Guinea esistono più di 750 lingue, il che ha reso necessaria l'istituzione di una lingua franca. Negli ultimi anni il pidgin (o neo-melanesiano) ha acquisito importanza e prestigio. È una lingua molto divertente da imparare; si tratta di un idioma derivato principalmente dall'inglese e dal tedesco con parole prese da molte altre lingue, ma possiede solo 1300 vocaboli. Un'altra lingua diffusa è il motu, la seconda lingua della zona di Port Moresby. Religione: la maggior parte degli abitanti afferma di praticare il cristianesimo, le cui forme più diffuse sono il cattolicesimo, la chiesa evangelica luterana e la chiesa riformata. Hanno anche un folto seguito le credenze panteistiche e i riti tradizionali, che sono parte integrante della cultura locale. Popolazione: la Papua Nuova Guinea è suddivisa in quattro gruppi regionali, culturali e politici: i Papuani (del sud), gli abitanti delle Highland, i Guineani (del nord) e gli abitanti delle isole. Alcuni dividono la popolazione in Papuani (discendenti prevalentemente dai primi popoli giunti sull'isola) e Melanesiani (imparentati più strettamente con i popoli del Pacifico sud-occidentale), ma i confini che separano queste definizioni sono molto labili. La Papua Nuova Guinea fu colonizzata solamente nel XIX secolo e fu spartita tra Olanda, Prussia e Inghilterra. In tempi recenti la parte orientale dell'isola passò sotto il controllo dell'Australia e successivamente ottenne l'indipendenza nel 1975, mentre l'Indonesia occupava la parte occidentale dell'isola. Seguirono anni di lotta tra gruppi indipendentisti che si rivoltarono sia contro l'Indonesia che contro il governo del nuovo stato indipendente della Papua Nuova Guinea. Queste lotte contribuirono a impoverire il paese e a creare una classe di emarginati che ha causato un aumentare del rischio di criminalità, specialmente nell'area della capitale Port Moresby. Fuso orario: 9 ore in più rispetto all'Italia. Clima: in gran parte del paese le piogge sono concentrate tra dicembre e marzo e la stagione secca dura da maggio a ottobre. Durante i due mesi di transizione (aprile e novembre) il tempo tende a essere sgradevolmente afoso. Elettricità: la corrente elettrica è di 240 volt e in alcuni alberghi c'è anche la presa a 110 volt. Documenti: il passaporto valido per almeno un altro anno ed il visto. Vaccinazioni: è richiesto il vaccino contro la febbre gialla ai viaggiatori con un'età superiore ad un anno provenienti da zone considerate infette. Consigliate l'anticolerica e la profilassi antimalarica. Prefissi telefonici: per telefonare in Papua Nuova Guinea, il prefisso internazionale è 00675, per tutto il Paese. Per chiamare l'Italia, comporre lo 0039 seguito dal codice telefonico della località. Mance: non si usa dare le mance.

www.panpacific.it

21

Document info
Document views24
Page views24
Page last viewedMon Dec 05 16:52:26 UTC 2016
Pages11
Paragraphs203
Words5806

Comments