X hits on this document

Word document

Disposizioni finanziarie per la redazione del bilancio annuale 2004 e pluriennale 2004 - - page 29 / 98

259 views

0 shares

1 downloads

0 comments

29 / 98

2.

Per l’estinzione del debito è ammesso il seguente pagamento rateizzato come segue:

a)

per importi fino a € 20.000,00 n. 24 rate mensili;

b)

per importi fino a € 50.000,00 n. 36 rate mensili;

c)

per importi oltre € 50.000,00 n. 60 rate mensili;

con la maggiorazione degli interessi al tasso legale. Per accedere alla definizione di cui al comma 1, i concessionari interessati sono tenuti a presentare apposita istanza entro il termine perentorio di sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, inviandola alla Regione Abruzzo, Direzione programmazione, risorse umane, finanziarie e strumentali, Via Leonardo da Vinci, 1 - L’Aquila.

3.

All’accoglimento dell’istanza di rateizzazione provvede il dirigente regionale preposto alla struttura tributaria competente entro trenta giorni dalla data di ricezione della medesima.

4.

Il termine per il pagamento della prima rata trimestrale decorre dalla data di notifica dell’accoglimento dell’istanza, comunicata a mezzo raccomandata A.R. al debitore.

5.

Il mancato pagamento anche di una sola rata comporta la decadenza automatica del beneficio, con il conseguente obbligo di estinguere il debito residuo entro 30 giorni dalla rata non pagata.

6.

Qualora l’importo della rateizzazione ecceda la somma di € 5.000,00, il riconoscimento del beneficio è subordinato alla presentazione di apposita garanzia mediante polizza fideiussoria o fideiussione bancaria.

Art. 83

Aumento della Tassa Automobilistica regionale

1.

A decorrere dal 1° gennaio 2005, l’importo della tassa automobilistica regionale di cui al Capo I del Tit. III del D.Lgs. 504/1992 e successive modificazioni, è aumentato del 10%.

2.

Il gettito derivante dalla maggiorazione della tassa automobilistica regionale disposta con il comma 1 è prioritariamente destinato a garantire le risorse per il Sistema Sanitario regionale, ivi comprese quelle destinate alla copertura dei disavanzi finanziari maturati a decorrere dall’esercizio 2001.

3.

Le somme di cui al precedente comma concorrono a determinare la quota soggetta al limite di cui all’art. 10 della Legge 281/1970 e successive modifiche e integrazioni e dell’art. 23 del D.Lgs. 76/2000 e, per la relativa quota, possono essere destinate al finanziamento degli investimenti del Sistema Sanitario regionale.

4.

La Giunta regionale è autorizzata ad espletare gli adempimenti conseguenti l’applicazione delle disposizioni di cui ai precedenti commi.

Art. 84

Nuove agevolazioni in materia di imposta regionale sulle attività produttive

1.

Al fine di favorire lo sviluppo di nuove iniziative nel territorio regionale, l'aliquota dell'Imposta regionale sulle attività produttive, per i soggetti passivi di cui all'art. 3, comma 1, lett. a), b) e c) del D.Lgs. 446/1997, che inizino l'attività a decorrere dal 1.1.2004, per i primi due periodi d’imposta, è ridotta, ai sensi e per gli effetti di quanto stabilito dall'art. 16 comma 3 del predetto decreto, al 3,25%.

Document info
Document views259
Page views259
Page last viewedFri Dec 09 00:42:55 UTC 2016
Pages98
Paragraphs2678
Words37200

Comments