X hits on this document

Word document

Disposizioni finanziarie per la redazione del bilancio annuale 2004 e pluriennale 2004 - - page 58 / 98

244 views

0 shares

1 downloads

0 comments

58 / 98

categorie e profili del personale da trasferire, distinti per Ente destinatario, e attiva le procedure di mobilità concertate con le Organizzazioni Sindacali, favorendo dapprima la mobilità volontaria e, quindi, ove necessario, quella d'ufficio».

2.

Il comma 4 dell'art. 72 è abrogato ed è sostituito dal seguente:

«4.La Giunta regionale, a seguito dell'approvazione del Piano globale e di ripartizione di cui all'art. 5, procede al definitivo trasferimento del personale agli Enti destinatari del conferimento di funzioni. La Regione garantisce ai dipendenti trasferiti forme di incentivazione per la mobilità, previste dalla legislazione e dal C.C.N.L. vigenti e, entro un anno dall'avvenuto trasferimento del personale, realizza corsi di formazione finalizzati all'esercizio delle funzioni conferite e destinati al personale trasferito».

Art. 133

Integrazioni alla L.R. 95/2000

1.

Al comma 8 dell’art. 5 della L.R. 18.5.2000, n. 95 recante: Nuove norme per lo sviluppo delle zone montane, dopo la parola «annualmente» sono inserite le parole «con atto di Giunta».

Art. 134

Applicazione delle sanzioni amministrative

1.

La funzione in materia di applicazione delle sanzioni amministrative pecuniarie di cui al D.Lgs. 109/1992 è conferita ai Comuni.

Art. 135

Abrogazione del comma 3 dell'art. 72 della L.R. 7/2003 e dell’art. 4 della L.R. 4/2004

1.

Il comma 3 dell’art. 72 della L.R. 7/2003 concernente: Disposizioni finanziarie per la redazione del bilancio annuale 2003 e pluriennale 2003 – 2005 della Regione Abruzzo (legge finanziaria regionale), come modificato dall’art. 4 della L.R. 4/2004: Controllo sostitutivo sugli atti degli enti locali e degli enti dipendenti della Regione, sono abrogati.

2.

I controlli preventivi di legittimità sugli atti delle II.PP.A.B., degli Enti Parco, dei Consorzi di bonifica e delle Amministrazioni separate dei beni ad uso civico si considerano cessati dalla data di entrata in vigore della presente legge.

3.

Le Direzioni competenti per materia, nel rispetto delle normative vigenti, controllano l’attività istituzionale degli Enti di cui al comma 2 del presente articolo, attraverso verifiche e acquisizioni di documenti e relazioni.

4.

All’art. 2, comma 1, della L.R. 4/2004, al rigo 2, le parole «nei riguardi degli enti di cui all’art. 72, comma 3, della L.R. 7/2003, come modificato dal successivo art. 4», sono sostituite dalle seguenti parole «nei riguardi delle II.PP.A.B., Enti Parco, Consorzi di Bonifica, Amministrazioni separate dei beni ad uso civico e altri Enti dipendenti dalla Regione».

Art. 136

Promozione ed organizzazione di Convegni sulla Polizia Municipale e sulla Sicurezza del Territorio

Document info
Document views244
Page views244
Page last viewedWed Dec 07 20:54:41 UTC 2016
Pages98
Paragraphs2678
Words37200

Comments