X hits on this document

Word document

Disposizioni finanziarie per la redazione del bilancio annuale 2004 e pluriennale 2004 - - page 61 / 98

266 views

0 shares

1 downloads

0 comments

61 / 98

«3bis. Ai fini dell’individuazione dei compiti delle Province in materia di trasferimento delle funzioni amministrative in materia di gestione delle risorse idriche, di cui alla lett. a) del comma 1 dell'art. 23 della L.R. 16.9.1998, n. 81, così come modificato con L.R. 7.4.1999, n. 20, sono considerate grandi derivazioni quelle che eccedono i seguenti limiti:

-

per produzione di forza motrice: litri 200 al minuto secondo;

-

per acqua ad uso potabile: litri 100 al minuto secondo;

-

per irrigazione: litri 200 al minuto secondo od anche meno se si possa irrigare una superficie superiore a 200 ettari;

-

per bonificazione per colmata: litri 200 al minuto secondo;

-

per usi industriali, inteso tale termine con riguardo ad usi diversi da quelli espressamente indicati nel presente articolo: litri 100 al minuto secondo, assumendosi ogni modulo pari a tre milioni di metri cubi annui;

-

per uso ittiogenico: litri 100 al minuto secondo;

-

per costituzione di scorte idriche a fini di uso antincendio e sollevamento a scopo di riqualificazione di energia: litri 100 al minuto secondo.

3 ter. Quando la derivazione sia ad uso promiscuo, si assume quale limite quello corrispondente allo scopo predominante; sono assimilate a grandi derivazioni quelle che, pur non eccedendo i limiti di cui al primo capoverso del presente comma, risultano collegate, per opere di presa o per funzionamento, ad utenze classificate come grandi derivazioni. Parimenti, sono assimilate a grandi derivazioni quelle ad uso potabile, di cui al Capo II della legge 36/1994, anche se non eccedono i limiti di cui al predetto primo capoverso.

3 quater. La Giunta regionale, su proposta della Direzione area territorio, stabilisce, con provvedimento di carattere generale, a quale specie di uso debbano assimilarsi usi diversi da quelli sopra indicati. L'atto deliberativo è pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo".

3 quinquies. Ai fini dell’individuazione dei compiti delle Province in materia di trasferimento delle funzioni amministrative in materia di sbarramenti, di cui al comma 2 dell'art. 23 della L.R. 81/1998, così come modificato con L.R. 20/1999, sono considerati di competenza regionale quelli che, pur non eccedendo i limiti di cui alle lett. a), b) e c) del citato comma 2, sono a servizio di utenze classificate, dal precedente comma 3 bis, grandi derivazioni d'acqua.»

Art. 140

Istituzione della Riserva guidata del Fiume Vera

1.

Il Parco Territoriale Attrezzato Sorgenti del fiume Vera, istituito nel territorio del Comune di L’Aquila con L.R. 15.11.1983, n. 70, è trasformato in Riserva Naturale Guidata ai sensi della L.R. 21.6.1996, n. 38. Con successivi adempimenti si provvederà a stabilire le forme per la gestione della Riserva.

2.

Nelle more della definizione degli adempimenti di cui al comma precedente, il Piano Particolareggiato del Parco, approvato dal Comitato Beni Ambientali con parere favorevole n. 62/313 del 7.3.1995, continua ad esplicare la sua efficacia. Il Comune di

Document info
Document views266
Page views266
Page last viewedFri Dec 09 15:54:26 UTC 2016
Pages98
Paragraphs2678
Words37200

Comments