X hits on this document

Word document

Disposizioni finanziarie per la redazione del bilancio annuale 2004 e pluriennale 2004 - - page 94 / 98

288 views

0 shares

1 downloads

0 comments

94 / 98

realizzazione, l’ampliamento, la sistemazione e il miglioramento di ogni altra opera pubblica di loro interesse.

2.

Sono ammesse al contributo le spese inerenti il costo delle opere da realizzare, nonché le spese ad esse connesse relative ad espropri, oneri fiscali, eventuali rilievi geognostici, oneri di progettazione, direzione e collaudo dei lavori.

3.

Per il finanziamento delle opere ammesse a contributo ai sensi dei commi 1 e 2, gli enti interessati possono contrarre mutui, da estinguere in semestralità costanti posticipate, con la Cassa DD.PP. o altri Istituti di Credito alle migliori condizioni di mercato, per un importo massimo pari ad € 100.000,00 e per la durata di dieci anni.

4.

Il singolo ente ha la possibilità di poter accedere a tale finanziamento esclusivamente per un solo mutuo da accendere entro e non oltre il termine del 30 settembre dell’anno in corso.

5.

Il contributo regionale consiste nell’abbattimento degli interessi passivi per tutta la durata del periodo di ammortamento, per una quota pari al tasso che l’Istituto mutuante applica per i finanziamenti di durata pari a 10 anni, fino al tasso massimo praticato dalla Cassa DD.PP., e nel rimborso del 10% della quota capitale.

6.

I contributi sono corrisposti in semestralità costanti, comprensive di capitale ed interessi, direttamente ed irrevocabilmente agli istituti mutuanti a decorrere dalla data di inizio dell'ammortamento dei mutui e alle scadenze previste nei relativi contratti.

7.

Le domande di concessione del contributo devono essere indirizzate alla Direzione regionale opere pubbliche, infrastrutture e servizi, edilizia residenziale, che ne cura la relativa istruttoria e procede alla predisposizione di un piano di riparto, da adottare con delibera di Giunta regionale, al fine di concedere i suddetti contributi in base alle domande pervenute fino a concorrenza dell'importo stanziato in bilancio.

8.

Le domande devono essere corredate dai seguenti documenti:

a)

copia della deliberazione di approvazione del progetto inerente le opere da realizzare;

b)

copia delle deliberazioni d’autorizzazione all’assunzione dei mutui;

c)

copia dell'assenso, ove sia acquisito, dell’Istituto erogatore del finanziamento.

9.

I comuni beneficiari sono tenuti a trasmettere alla suddetta Direzione regionale il certificato di inizio lavori entro sei mesi dalla concessione dei mutui; tale termine è prorogabile, a richiesta degli enti, soltanto per comprovati motivi di forza maggiore.

10.

La Direzione regionale di cui al comma 7 procede ad attivare la procedura per il recupero dei contributi regionali erogati in conto rata di ammortamento del mutuo per i Comuni che non abbiano dato inizio alla realizzazione delle opere o che non abbiano presentato il relativo certificato.

11.

E’ autorizzata l’iscrizione dello stanziamento di € 500.000,00 nell'ambito della UPB 04.02.001 sul Cap. 152299 di nuova istituzione ed iscrizione denominato: Contributi in conto mutui stipulati dai piccoli Comuni per realizzazione di opere pubbliche, del bilancio per l’esercizio 2004.

12.

Per gli anni successivi e fino alla completa estinzione dei mutui, saranno iscritti sui pertinenti capitoli dei rispettivi bilanci, gli stanziamenti pari in complesso alla somma complessiva delle rate di ammortamento dei mutui ammessi a finanziamento scadenti in ciascuno degli anni di riferimento.

Document info
Document views288
Page views288
Page last viewedMon Jan 16 14:01:01 UTC 2017
Pages98
Paragraphs2678
Words37200

Comments