X hits on this document

PDF document

CODICE DEONTOLOGICO TESTO VIGENTE - page 4 / 13

27 views

0 shares

0 downloads

0 comments

4 / 13

-

-

- -

i dati personali necessari (nomi, indirizzi, anche web, numeri di telefono e fax e indirizzi di posta elettronica, dati di nascita e di formazione del professionista, fotografie, lingue conosciute, articoli e libri pubblicati, attività didattica, onorificenze, e quant’altro relativo alla persona, limitatamente a ciò che attiene all’attività professionale esercitata); le informazioni dello studio (composizione, nome dei fondatori anche defunti, attività prevalenti svolte, numero degli addetti, sedi secondarie, orari di apertura); l’indicazione di un logo; l’indicazione della certificazione di qualità (l’avvocato che intenda fare menzione di una certificazione di qualità deve depositare presso il Consiglio dell’Ordine il giustificativo della certificazione in corso di validità e l’indicazione completa del certificatore e del campo di applicazione

della certificazione riconosciuta dallo Stato).

ufficialmente

B) E’ consentita inoltre l’utilizzazione della rete Internet e del sito web per l’offerta di

consulenza, nel rispetto dei seguenti obblighi:

-

indicazione

dei

dati

anagrafici,

P.Iva

e

-

Consiglio dell’Ordine di appartenenza; impegno espressamente dichiarato rispetto del codice deontologico, con

al la

riproduzione del testo, ovvero con la

precisazione consentirne consultazione;

de il

i

modi

  • o

    mezzi

reperimento

o

per la

- -

-

C) - -

-

-

indicazione della persona responsabile; specificazione degli estremi della eventuale polizza assicurativa, con copertura riferita anche alle prestazioni on-line e indicazione dei massimali; indicazione delle vigenti tariffe professionali per la determinazione dei corrispettivi; Devono ritenersi vietati: i dati che riguardano terze persone; i nomi dei clienti (il divieto deve ritenersi sussistente anche con il consenso dei clienti); le specializzazioni (salvo le specifiche ipotesi previste dalla legge); i prezzi delle singole prestazioni ( è vietato

pubblicare l’annuncio consultazione è gratuita);

che

la prima

-

le

percentuali

delle

caus

e

vinte o

l’esaltazione di meriti;

  • -

    il fatturato individuale o dello studio;

  • -

    le promesse di recupero;

4

Possono essere indicati soltanto:

  • ) i titoli accademici;

  • ) i diplomi di specializzazione conseguiti presso gli

istituti universitari;

  • ) l’abilitazione a esercitare avanti alle giurisdizioni

superiori;

  • ) il titolo professionale che consente all’avvocato

straniero l’esercizio in Italia, o che consenta all’avvocato italiano l’esercizio all’estero, della professione di avvocato in conformità delle direttive comunitarie;

  • ) i settori di esercizio dell’attività professionale

(civile, penale, amministrativo, tributario) e, nell’ambito di questi, eventuali materie di attività prevalente, con il limite di non più di tre materie;

  • ) le lingue conosciute;

  • ) il logo dello studio;

  • ) gli estremi della polizza assicurativa per la

responsabilità professionale;

  • ) l’eventuale certificazione di qualità dello studio

(l’avvocato che intenda fare menzione di una certificazione di qualità deve depositare presso il Consiglio dell’ordine il giustificativo della certificazione in corso di validità e l’indicazione completa del certificatore e del campo di applicazione della certificazione ufficialmente riconosciuta dallo Stato). 2) le targhe, di dimensioni ragionevoli, poste all’ingresso dell’immobile ove è ubicato lo studio dell’avvocato e presso la porta di accesso allo studio, con la sola indicazione della presenza dello studio legale, dei professionisti che lo compongono e della sua collocazione all’interno dello stabile; 3) gli annuari professionali, le rubriche telefoniche, le riviste e le pubblicazioni in materie giuridiche; 4) i siti web con domini propri e direttamente riconducibili all’avvocato, allo studio legale associato, alla società di avvocati sui quali gli stessi operano una completa gestione dei contenuti e previa comunicazione al Consiglio dell’ordine di appartenenza. Nel sito deve essere riportata l’indicazione del responsabile nonché i dati previsti dall’art. 17 e dal punto 1) dell’art. 17 bis. Il sito non può contenere riferimenti commerciali e pubblicitari mediante l’indicazione diretta o tramite banner o pop-up di alcun tipo. Possono essere indicati i dati consentiti per i mezzi previsti al precedente paragrafo 1).

Document info
Document views27
Page views27
Page last viewedWed Dec 07 10:58:14 UTC 2016
Pages13
Paragraphs562
Words6419

Comments