X hits on this document

PDF document

CODICE DEONTOLOGICO TESTO VIGENTE - page 6 / 13

32 views

0 shares

0 downloads

0 comments

6 / 13

ARTICOLO 21 Divieto di attività professionale senza titolo o di uso di titoli inesistenti

L’iscrizione all’albo è requisito necessario ed essenziale per l’esercizio dell’attività giudiziale e stragiudiziale di assistenza e consulenza in materia legale e per l’utilizzo del relativo titolo.

I – Sono sanzionabili disciplinarmente l’uso di un titolo professionale in mancanza dello stesso

ovvero lo

di

titolo

svolgimento di attività

  • o

    in

periodo

di

in mancanza sospensione:

dell’infrazione risponde anche il collega abbia reso possibile direttamente indirettamente l’attività irregolare.

che o

ARTICOLO 22 Rapporto di colleganza

L’avvocato deve mantenere sempre nei confronti dei colleghi un comportamento ispirato a correttezza e lealtà. I - L’avvocato è tenuto a rispondere con sollecitudine alle richieste di informativa del collega. II - L’avvocato, salvo particolari ragioni, non può rifiutare il mandato ad agire nei confronti di un collega, quando ritenga fondata la richiesta della parte o infondata la pretesa del collega; tuttavia è obbligo dell’avvocato informare appena possibile il Consiglio dell’Ordine delle iniziative giudiziarie penali e civili da promuovere nei confronti del collega per consentire un tentativo di conciliazione, salvo che sussistano esigenze di urgenza o di riservatezza; in tal caso la comunicazione può essere anche successiva. III - L’avvocato non può registrare una conversazione telefonica con il collega. La registrazione, nel corso di una riunione, è

6

ARTICOLO 21 Divieto di attività professionale senza titolo o di uso di titoli inesistenti

L’iscrizione all’albo costituisce presupposto per l’esercizio dell’attività giudiziale e stragiudiziale di assistenza e consulenza in materia legale e per l’utilizzo del relativo titolo.

I – Costituisce illecito disciplinare l’uso di un titolo professionale non conseguito ovvero lo svolgimento di attività in mancanza di titolo o in periodo di sospensione. II Costituisce altresì illecito disciplinare il comportamento dell’avvocato che agevoli, o, in qualsiasi altro modo diretto o indiretto, renda

possibile l’esercizio

a

soggetti non abilitati abusivo dell’attività di

  • o

    sospesi

avvocato o

consenta che tali soggetti ne benefici economici, anche se periodo di eventuale sospensione

possano ricavare limitatamente al dall’esercizio.

III di

  • L’avvocato può utilizzare il titolo accademico

professore solo se sia docente universitario di

materie giuridiche. In la qualifica, la materia

ogni caso dovrà specificare di insegnamento e la facoltà.

IV – L’iscritto nel registro dei praticanti avvocati può usare esclusivamente e per esteso il titolo di “praticante avvocato”, con l’eventuale indicazione

di “abilitato al patrocinio” conseguito tale abilitazione.

qualora

abbia

ARTICOLO 22 Rapporto di colleganza

L’avvocato deve mantenere sempre nei confronti

dei

colleghi

un

comportamento

ispirato

a

correttezza e lealtà. I. L’avvocato che collabori con altro tenuto a rispondere con sollecitudine richieste di informativa.

collega è

alle

sue

II. L’avvocato che nei confronti di

intenda promuovere un giudizio un collega per fatti attinenti

all’esercizio della professione deve preventiva comunicazione per iscritto,

dargliene tranne che

l’avviso

possa pregiudicare

il diritto da tutelare.

III – L’avvocato non conversazione telefonica registrazione, nel corso consentita soltanto con presenti.

può registrare una con il collega. La di una riunione, è il consenso di tutti i

Document info
Document views32
Page views32
Page last viewedSat Dec 10 22:31:59 UTC 2016
Pages13
Paragraphs562
Words6419

Comments