X hits on this document

679 views

0 shares

0 downloads

0 comments

108 / 299

degli esseri umani.

Un Elfo vive in media 200 anni ma se ne conoscono alcuni che superano di molto i 300.

Le comunità più numerose si trovano a Taur Ruum, Taur Ethele e Taur Aire, ma non mancano comunità di elfi più primitive nelle terre selvagge. In Ethulia la comunità più nutrita si trova a Mons Ferratus, ma si possono trovare piccole comunità nei boschi della dorsale ethulica(appennini).

Gli elfi sono una razza molto fiera, normalmente tendono a rimanere in comunità composte da membri della loro stessa razza e a diffidare di tutte le altre, ci sono casi però come a Mons Ferratus dove Elfi e umani si sono travati a vivere in pace e armonia per centinaia di anni. Gli elfi odiano visceralmente i cugini Drow, li considerano la più grande bestemmia che la natura abbia mai creato, diffidano di orchi e pelleverde, del resto a parte la superiorità con cui si rapportano alle altre razze sanno essere abbastanza tolleranti.

Anche se ad occhio inesperto gli elfi possono sembrare comportarsi in maniera simile, in realtà tra di loro vi sono molte differenze. Gli elfi che abitano Taur Ruum, l’Ethulia, e gli altri regni umani, sono molto più tolleranti e ben disposti verso le altre razze. Preferiscono vedersi come fratelli maggiori, in grado di insegnare agli altri, come poter progredire nel corso dell’esesistenza. Sono poco bellicosi, e scendono in armi solo se estremamente necessario.

Diversamente da loro, gli elfi che abitano Taur Aire, sono molto più fieri e orgogliosi, e molto più diffidenti verso le altre razze, compresi gli umani. Sono così gelosi delle loro tradizioni e della loro cultura, che per i membri delle altre razze, salvo eccezioni, è impedito l’accesso nel loro regno. Vedono il progresso tecnologici degli uomini come un male che non porterà nulla di buono, una sorta di corruzione morale che gettare il mondo nel caos. Vedono nella fede in Chel, e nella religione, l’unica versa via da seguire. Al contrario dei loro “cugini” di Taur Ruum, gli elfi di Taur Aire sono molto più combattivi e militarizzati. Coloro che fanno parte del regno devono servire nell’esercito, e a tutti viene impartita una severe educazione religiosa e marziale. Da tempo hanno ridotto tutti i legami con il resto del mondo al minimo, sia per quanto riguarda i commerci, sia per quanto riguarda l’immigrazione verso altri lidi, ma da quando il Tempio centrale di Chel, è stato spostato da Parisii e Londinium, sempre più “Elledar”(così come definiscono loro stessi nella loro lingua), sono stati visti a Taur Ruum e in Ethulia, e sempre più navi, cariche di uomini e merci, sono state viste solcare lo spazio di mare che divide Taur Ruum da Taur Aire.

Rispetto agli elfi di Taur Ruum, gli Elledar hanno un rapporto con tutto ciò che li circonda, molto più distaccato e riflessivo. L’unica eccezione a ciò è il loro amore per le stelle e la luna, e tutto ciò che ha a che fare con il cielo notturno. Il loro amora per Chel a volte trascende il fanatismo, tanto che in questo aspetto sembrano molto più simili agli uomini che non ai loro cugini di Taur Ruum.

Le diverse etnie

Gli elfi credono che, al di là delle patrie e delle comunità lontane, il loro popolo sia unico ed indiviso. Il nome della comunità elfica nel suo totale si chiama Tau. Da qui i nomi primi delle patrie, Taur, che significano appunto “patria”, “luogo della comunità”. Il popolo poi si divide in tre etnie principali, gli Ian, appunto sulla base delle tre terre natie:

Air’Ian: gli Elfi Splendenti, o anche detto Elladar, sono i padroni di Taur Aire. Sono coloro che più sono fissati con l’idea di perfezione elfica. Paternalisti e un poco arroganti, si sentono i protettori di tutti gli elfi. Eccellono nell’arte della magia e della guerra. Molti portano i capelli abbastanza corti, così da non essere di intralcio sul campo di battaglia.

Ruum’Ian: gli Elfi Effimeri sono sicuramente l’immagine classica della loro razza. Cordiali, colti, pieni di stile, gli Effimeri sono i principi di Taur Ruum, maestri nell’arte, nell’ingegneria e nel commercio. Spesso sono coloro che creano colonie elfiche nel mondo, trasportati in particolare dalla loro eterna curiosità. Oltre a questo, gli i Ruum’Ian sono spesso ossessionati dall’estetica.

Document info
Document views679
Page views679
Page last viewedSun Dec 04 17:04:19 UTC 2016
Pages299
Paragraphs4144
Words177797

Comments