X hits on this document

768 views

0 shares

0 downloads

0 comments

111 / 299

d)Mezzuomini

I mezzuomini sono una razza molto particolare che abita le nostre terre, fisicamente sembrano quasi un incrocio fra nani ed elfi, di bassa statura, sono di corporatura esile e presentano orecchie leggermente appuntite. Presentano tutti quanti un caratteristico pizzetto appuntito fatto crescere per tutta la vita per denotare la propria anzianità. Le donne portano tutte i capelli raccolti in una lunga e spessa treccia, anch'essa fatta crescere per tutta la vita per denotare la propria anzianità.

I mezzuomini sono una razza che basa la propria sopravivenza su due principi: l’apparenza e la scaltrezza.

La storia di questa razza è frammentata e tappezzata di eventi nefasti, infatti non esiste un territorio dove i mezzuomini si riuniscono o controllano, ma esistono infinite comunità all’interno di altri regni, oppure molti altri scelgono il nomadismo; questo perché fin troppe volte il popolo ha convogliato il loro disagio e le loro paure contro le piccole comunità di mezzuomini, poichè sono molto chiusi per quel che concerne la loro cultura, le loro usanze e la loro fede. Questo ha portato ogni comunità di mezzuomini a rendersi indispensabile per le altre comunità, per esempio la Comunità di Mezzuomini di Ghaz Gheneva e di Vernenzia hanno accumulato ricchezze (sempre per via della loro chiusura) ed ora hanno utilizzato quelle ricchezze per fondare banche o prestare soldi a potenti e nobili in decadenza finanziaria, di certo questo non ha attirato simpatie nei loro confronti, e sporadicamente i fenomeni più inspiegabili che turbano la quotidianità dell’ignorante volgo, vengono sfogati contro queste comunità, ma chi ha affari commerciali con loro si guarda bene da attirare le loro ire, infatti se non dotati di grande forza, la loro capacità di passare inosservati, di sgattaiolare nei vicoli, arrampicarsi su alti palazzi, e una crudeltà innata, li rende capaci di infilarsi nel letto di chiunque rapirne la compagna e sostituirla con una splendida testa di maiale o asino.

Non tutte le comunità di mezzuomini hanno un atteggiamento simile, anzi, i mezzuomini che rifiutano la routine cittadina, si raggruppano in carovane nomadi, in alcuni casi di circensi o altri tipi di intrattenimento, ma la maggior parte sono ancora più chiusi, accettando solo loro simili, tanto da non vedere di buon occhio chi entra nei loro temporanei territori. Si guadagnano da vivere con ciò che la situazione consente, spesso ricorrendo a furti e rapine ai danni delle carovane di passaggio; o manifestando falsa ospitalità, per poi raggirare gli sventurati con trucchi e meschinità che solo questa particolare etnia è capace, per poi rivenderne i beni trovati nelle loro successive tappe; l’eccezione sta nel dimostrare loro serie intenzioni amichevoli, per esempio salvare la vita a uno di loro. In questo caso allora il loro comportamento nei confronti di questi individui è estremamente ospitale e aiuteranno con ogni loro mezzo chi ha dimostrato tali intenzioni.

In molti stati la loro presenza non è tollerata, ma è estremamente difficile cacciarli con la forza senza pentirsene per costi e perdite. Ultimamente alcune di queste carovane, hanno dimostrato un adattamento straordinario in questo periodo estremamente bellicoso, tanto da costituirsi come vere e proprie compagnie mercenarie, atte a destabilizzare, rallentare o persino confondere piccole armate in movimento, spesso queste compagnie hanno tariffe variabili a seconda di chi commissiona il lavoro, la loro astuzia li ha portati ha lavorare anche per piccoli villaggi, che assediati dalle scorribande di banditi chiedono aiuto a questo economico servizio, spesso efficace; se però intuiscono che “il maiale è più grasso di quel che sembra” (loro frase popolare per intendere che chi li assolda è parecchio benestante) la loro tariffa crescerà, senza mai rischiare di sopravalutarsi.

Sia che si parli di “nomadi” o di “Cittadini” i mezzuomini hanno un profondo attaccamento religioso con usanze uniche e particolari, venerando in ogni sua forma la madre Atachel; fede tenuta estremamente segreta per non incorrere nella diffidenza, o per pagare colpe altrui. Si dice comunque che a Barna, nel segreto Grande Tempio della Dea, la guida ufficiale sia sempre affiancata da una segreta guida di razza mezzumana, che funge da contraltare. I mezzuomini poi, per tributo alla Dea, decidono sempre di essere seppelliti dopo la morte, nella terra dell’ultimo luogo che visitano. Questo è un’omaggio all’umiltà davanti ad Atachel, ed alla ricca terra che la dea protegge.

Document info
Document views768
Page views768
Page last viewedThu Dec 08 08:35:07 UTC 2016
Pages299
Paragraphs4144
Words177797

Comments