X hits on this document

854 views

0 shares

0 downloads

0 comments

112 / 299

Esistono rarissimi casi, se ne contano non più di tre o quattro, di comunità sedentarie di mezz’uomini per lo più in Liberia, piccoli villaggi di non più di 100 individui che si radunano in territori isolati dalle grosse comunità; questi rarissimi casi di mezzuomini vivono di ciò che la terra fornisce loro, e mai in nessun caso lasceranno le loro amate abitazione. Il timore per il mondo esterno pare loro troppo pericoloso, tanto da temere persino i loro simili, se definiti stranieri; i tentativi di destabilizzare queste autarchiche comunità ci sono stati, ma in breve tempo chi comandava tali spedizioni comprendeva la futilità di tali iniziative.

Requisiti scenografici: Piccole orecchie a punta, pizzetto lungo e appuntito per gli uomine e treccia unica per le donne.

Relazione con le altre razze

Finchè sufficientemente interessati, i mezzuomini intrattengono rapporti con tutte le razze, anche se difficilmente riveleranno i propri segreti a chi non è un mezz’uomo, a meno che non si dimostri amichevole oltre ogni ragionevole dubbio.

Alberto Ridolfi

Torna all’Indice

e)Gobelin

I gobelin sono dei viscidi bastardelli, astuti esseri esili di corporatura, ma dotati di una grande forza che diventa impressionante nel momento in cui combattono in gruppo. Questa forza non deriva tanto da una buona muscolatura, che anzi non è molto sviluppata, ma dalla forza d’animo e la grinta che essi mettono in ogni cosa che fanno.

I gobelin puntano più sulla scaltrezza che sulla forza fisica, non attaccano mai soli, sono quindi il prototipo del brigante perfetto anche se non è inusuale trovare fra loro mercanti, carovanieri e mercenari.

Essi presentano una differente pigmentazione della pelle in base all’habitat di provenienza. Possiamo quindi distinguerli in:

-Gobelin verdi, provenienti dalle terre selvagge (o territori di foresta)

-Gobelin marroni, i più isolati in comunità proprie, provenienti da territori paludosi

-Gobelin grigi, i più comuni, provenienti per lo più dalla penisola ethulica(o territori mediterranei)

-Gobelin giallognoli, provenienti dall’impero asa e dalle terre gialle (o territori tropicali).

Dopo vari studi compiuti sull’anatomia e sulla vita di questa razza, si è potuti risalire ai loro progenitori: sembra infatti che i gobelin derivino dai troll e che si siano differenziati da essi in seguito per predisposizioni e necessità naturali; di sicuro si esclude ogni parentela con la razza orchesca, la cui fisionomia e mentalità è impostata in modo totalmente differente.

Abitano i luoghi più inospitali di tutto il globo e tendono ad aggregarsi in piccoli gruppi di qualche centinaio di individui; le comunità gobelin sono comunità tendenzialmente nomadi, per cui non è raro che esse si uniscano fra di loro o si dividano in seguito ai numerosi spostamenti che compiono nel tempo. Per lo più vivono di razzie ai danni delle altre razze, ma si possono trovare anche comunità dedite al culto di Chel che vivono isolate e in armonia con la natura, sono in pochi però coloro che sono ritornati da una visita nei loro territori.

Nelle terre selvagge dove si contano le comunità più numerose, i gobelin vengono spesso e volentieri schiavizzati dagli orchi,  tra le due razze infatti corre un odio atavico e se possono cercano di ammazzarsi alla prima occasione. Gli orchi delle terre selvagge infatti impongono la loro superiorità fisica sui gobelin, che vengono utilizzati come carne da cannone per le avanguardie o come sentinelle nei territori più ostili. Tuttavia in eserciti comandati da generali dotati di raziocinio i gobelin possono mettere in atto tutte le loro abilità e decidere di collaborare con gli orchi,

Document info
Document views854
Page views854
Page last viewedSat Dec 10 14:48:42 UTC 2016
Pages299
Paragraphs4144
Words177797

Comments