X hits on this document

616 views

0 shares

0 downloads

0 comments

116 / 299

Una delle casate più agguerrite e più tristemente famose, è quella del ragno, con sede nel sottosuolo al di sotto della Penisola Ethulica. Negli ultimi anni si è contraddistinte per aver tentato di espugnare Mons Ferratus, che per anni, ha patito ogni genere di atrocità per mano dei neri invasori. Nel 2011, la casata ha diretto le proprie mire verso il regno di Gradara, eseguendo una serie attacchi fulminei e mortali, che hanno provocato centinaia d morti, e destabilizzato l’intero regno.

In realtà si sa molto poco di questa casata, se non che potrebbe avere la sua base principale proprio sotto la città di Vernentia, e che grazie alla guida della sua Matrona, Elminta Lilindelmeth, potrebbe essere riuscita ad imporsi sulle altre casate del sottosuolo ethulico. Il suo simbolo, un ragno argenteo su sfondo nero, ormai è tristemente noto in Ethulia, e ovunque è associato a morte e disperazione.

Requisiti scenografici: pelle scura, capelli bianchi o grigi.

Relazione con le altre razze

I drow si ritengono, probabilmente a ragione, come il popolo più forte e agguerrito sulla faccia di Anairon. Le altre razze sono inferiori, e possono essere usate per ogni scopo. Si può arrivare a patti con loro, ma solo se darà dei risultati. Discorso a parte vale per gli elfi, che dovranno essere trattati peggio di animalii, e quindi uccisi senza pietà, qualora ve ne fosse l’occasione.

Per un drow, trattare alla pari con il membro di un’altra razza è umiliante oltre ogni immaginazione, e non è raro che, qualora si arrivasse a tanto, il drow poi preferisca togliersi la vita, che convivere con una tale macchia.

Massimiliano Protti e Nicolò Rossi

Torna all’Indice

h)Stirpe Celestiale e Stirpe Infernale

Sono molte le congetture nate  riguardo a queste creature, la loro origine, i loro fini, da dove nascono, sono tutti interrogativi che numerosi studiosi si sono posti nel corso degli anni.

Quel che è certo è che che sono cominciati ad apparire negli ultimi anni, il che mi fa pensare che abbia a che fare con la lotta che pochi anni fà vide contrapposti i Cinque alla Triade Demoniaca e a Gaia.

Sono di certo creature di origine divina o demoniaca, non si sa da dove nascano, quel che è certo è che possono avere una prole, i casi di "accoppiamenti" fra queste creature sono rari ma esistono.

Hanno sempre alcuni tratti che li accomunano, per quelli di origine divina,occhi, capelli e pelle sono sempre chiari andando dal bianco all'azzurro passando per il grigio perla, corporature mai sproporzionate, grazia nei movimenti e una bellezza androgina che rende difficile distinguerne il sesso.

Quelli di origine demoniaca invece, hanno quasi sempre capelli rossi o neri, pelle  scurissima o bianchissima, corporatura massiccia, occhi che vanno dal giallo al rosso.

E poi ovviamente il marchio sulla fronte.

Ho avuto modo di studiare numerosi appartenenti a queste stirpi, tutti sono in possesso di un marchio che appare del tutto simile a quella che è la scrittura degli Antichi.

Se a questo uniamo il fatto che manifestano prevalentemente un'unica emozione, mentre non manifestano quasi mai quella opposta, la mia congettura è che tale caratteristica sia in qualche modo collegata al simbolo che hanno in fronte.

Sembra poi che la loro origine divina o demoniaca, non influenzi in alcun modo le loro azioni, ed è molto difficile stabilire da quale deietà si siano in realtà originati.

Ad esempio ho avuto modo di studiare alcuni Celestiali che presentano l'emozione prevalente che può essere benissimo associata ad un determinato Dio, ma che in realtà sono fedeli di un altro. A proposito posso citare Massenzio Borgomastro, che è sicuramente di origine Celestiale, presenta

Document info
Document views616
Page views616
Page last viewedFri Dec 02 21:01:07 UTC 2016
Pages299
Paragraphs4144
Words177797

Comments