X hits on this document

945 views

0 shares

0 downloads

0 comments

13 / 299

che trovare immonde queste creature, e temerle con tutto sé stesso. I più coraggiosi cercheranno di combatterli con tutte le loro forze, mentre alcuni, affascinati dal potere che assicurano, potrebbero volere fare patti con loro. Purtroppo non sono così rari i casi di potenti maghi che votano i propri studi al potere e alla malvagità, o perversi sacerdoti che si lasciano irretire, sin nel profondo dell’anima, da promesse di piaceri indescrivibili.

Menzione a parte va fatta per i possenti Draghi, che secondo la credenza popolare altro non sarebbero che i primi figli di Itzamna. Le taverne pulluluno di presunti avventurieri che avrebbero sconfitto draghi a guardia di enormi tesori, ma tali storie poi inspiegabilmente non vengono mai comprovate. In realtà nessuno ha mai visto draghi in Anairon, ma il fatto che tante leggende, di diversi popoli e culture ne parlino, non può essere un caso.

Nicolò Rossi

Torna all’Indice

3) Genesi di Anairon

Genesi secondo la razza Antica

“Molto bene Cassio, il mio nome è Ishaka, che nella mia lingua significa qualcosa come ‘Nato dalla sorgente della vita e insignito del potere celeste suggellato dal patto di Ka’. Il nostro linguaggio è simile alla nostra scrittura, in un singolo suono sono racchiusi molteplici significati.

Prima di tutto mettiamoci comodi”

In pochi secondi e senza che Cassio riuscisse a capire come, l’arredo della stanza era radicalmente cambiato. A terra erano stesi strani tappeti e tutte le sedie ed i tavoli erano scomparsi. Al loro posto vi erano coloratissimi cuscini di tutte le dimensioni. L’Antico gli fece cenno di sedersi su uno di quelli, dove era anche posata una penna e un rotolo di resistentissima cartapecora.

“Se durante il racconto non ti sarà chiaro qualche passaggio, ti chiedo di interrompermi prontamente per chiedere spiegazioni.

Partiamo dall’inizio.

Prima di tutto vi era il Nulla, il caos innominabile. Caos e Ordine erano ancora concetti troppo complicati. Da tutto ciò nacque Gaia. Più che nascere, semplicemente fu, come era sempre stata. Quando Gaia fu, non tutto divenne Gaia…parti di caos rimasero latenti, inerti. Gaia come tutte le forze primeve dotate di pura energia non era un’entità totalmente senziente. E’ più giusto dire che è un istinto, solo vagamente consapevole.

Le prime creature che si formarono non erano dotate di nessun tipo di equilibrio, intere razze a noi sconosciute nascevano, si evolvevano e scomparivano nell’arco di un decennio. Alcune di queste, tuttavia, attecchirono e diventarono quello che puoi vedere ancora oggi: mare e montagna, albero e foglia, pesce e volatile, lupo e cervo e tutto il resto.

La prima di queste creature, tuttavia, fu Itzamna, la creatura perfetta dotata di perfetto equilibrio, portatore dell’ordine superiore e della stabilità, colui che creò tutte le leggi che governano il mondo. Subito dopo fu la volta degli altri quattro Dei.

Loro erano differenti da Itzamna, non erano perfetti, ma nella loro imperfezione si compensavano. A distinguerli era il carattere e gli scopi.

Kinich orgoglioso e virtuoso, sognava un mondo ben ordinato e prospero, dove tutti stavano al loro posto.

Chel misericordiosa e gentile, sognava un mondo calmo e pacifico dove tutte le creature vivevano

Document info
Document views945
Page views945
Page last viewedTue Jan 17 23:59:25 UTC 2017
Pages299
Paragraphs4144
Words177797

Comments