X hits on this document

850 views

0 shares

0 downloads

0 comments

144 / 299

di successo. Questo, agli occhi dei Nordici, abituati a piccoli villaggi, e, diciamolo, parecchio ottusi, è qualcosa di simile all’eresia.

Non è raro tra la popolazione di Neapolis, sentire dibattere sulla questione e le opinioni contrastanti che sono nate sono una a favore del Papa, sostenuta per lo più dai veri fedeli di Kinich, che antepongono la loro fede a tutto il resto, l’altra invece che ritiene che l’abdicazione del Papa sia l’unica soluzione plausibile, per ristabilire un Papa Ethulico che possa metter fine a questa situazione di collaborazione con il Reich, di cui questi pensano che abbia portato solo problemi ai Neapolitani. Ovviamente  si identificano alla prima ideologia la maggior parte delle forze armate, che si riconoscono tra i primi promotori per quanto riguarda il mantenimento della situazione attuale, senza apportare alcun cambiamento di sorta, in quanto ritenuto superfluo.

E se la situazione fosse questa è inutile dire che Papa Adhorsen potrà regnare fino alla fine dei suoi giorni, visto che, per quanto un gran numero della popolazione lo vorrebbe tra i suoi familiari, nel Reich, finché dalla sua parte saranno schierate tutte le forze militari non si potrebbe mai verificare alcuna evoluzione della situazione. Ma le cose non stanno affatto così, però, anche se Papa Adhorsen ha cercato di evitare lo spargimento di notizie ormai è opinione diffusa che non solo il popolo sta tramando alle spalle del “Papa del Reich”.

Il 24° giorno del secondo mese di Kin, Anna von Matahus-Adhorsen è morta e a compiere il misfatto la gente mormora sia stato un assassino de “la Notte” un organizzazione segreta, considerata una leggenda, a cui pochi, fino ad ora, hanno dato credito. Non si sa altro sull’accaduto, quel che è certo è che la vittima c’è, anche se il colpevole non sembra esser stato ancora individuato, ma le autorità smentiscono, sia l’esistenza di questa setta che tantomento il suo coinvolgimento a riguardo. Le alte sfere sono a conoscenza che l’omicidio è avvenuto in viaggio per Arethusa, durante l’attraversata in mare. Dell’equipaggio non vi è rimasto nessun superstite, sembrano essere stati assassinati tutti gli uomini di scorta, marinai compresi. Dopo l’accaduto Papa Adhorsen è costantemente scortato da dieci uomini appartenenti all’Ordine dei Cavalieri del Santuario e la sua presenza in pubblico è andata via via calando.

Nessuno sa se la malattia che costringe il Papa alla reclusione nelle sue stanze sia solo una modo per non incorrere in alcuna minaccia per il Pontefice o se è per mettere a tacere i borbottii di avversione nei suoi confronti. E’ stato istituito negli ultimi tempi un Consigliere Papale, Cherubino Fideli, facente parte di una delle più prestigiose famiglie nobiliari di Neapolis, ammirato da tutti per essersi messo in luce in questi ultimi anni durante la guerra, ma, sopratutto, per aver riorganizzato sapientemente il guarnito esercito Neapolitano. Tra i provvedimenti presi dal neo Consigliere Papale, il congedo degli ultimi gruppi armati istituiti durante la grande guerra, i Leoni e i Tori Dorati, considerati superflui una volta riportati l’ordine e la disciplina tra gli altri corpi militari presenti sul territorio e accusati di non combattere in nome della Fiamma di Kinich, servendosi di metodi indegni in combattimento che infangano la reputazione dell’orgoglioso esercito Neapolitano e dei suoi Ordini di Cavalieri.

Questi infatti, una volta terminata la guerra, parevano più un branco di predoni, che usava il loro oro per darsi ai piaceri della vita, creando solo caos e malcontento, così i delinquenti che avevano preso parte alle fila di questi due gruppi tornarono ad occupare le celle nelle prigioni e la restante parte, congedata dal loro ruolo.

Questo dev’essere stato un duro colpo per Gastone di Cecco che, sfuggito all’incarcerazione, sembra essersi rifugiato assieme a gran parte delle due fazioni bellicose in Trinacria, dove, grazie anche ai suoi uomini, sembra aver aizzato la popolazione contro la nobiltà locale per aver preso parte alla Confederazione Ethulica. Anche lui è considerato un indiziato per la morte della nobile di corte del Reich ma nessuno si è preso ancora la briga di andarlo a cercare in Trinacria, dove sembra che stia raccogliendo un buon numero di seguaci, devoti alla sua causa. Non si conoscono le vere intenziosi dell’astuto guerriero, ma vista la sua imprevedibilità, ci si aspetta qualunque cosa.

Questa situazione ingarbugliata dal punto di vista politico non ha certo fermato il mercato in espansione Neapolitano, infatti, anche se ha avuto una botta di arresto dopo la fine della grande guerra, grazie all’alleanza pattuita con Mediolanum e Mons Ferratus, ha nuove mire

Document info
Document views850
Page views850
Page last viewedSat Dec 10 09:44:26 UTC 2016
Pages299
Paragraphs4144
Words177797

Comments