X hits on this document

866 views

0 shares

0 downloads

0 comments

162 / 299

Un’altra caratteristica peculiare di Florentia è la Città Mercato, una sezione nella zona centrale della città completamente adibita all’economia. Vi si trovano bancarelle di tutti i tipi come in ogni altro mercato, in più nella zona più elitaria si trovano i banchi. I banchi sono appunto lunghi tavoli messi all’aperto e solitamente coperti da un tendone. Si occupano del cambio di più di due dozzine di monete provenienti da tutto il mondo, posseggono capitali tali da poter finanziare piccole campagne belliche e i loro prestiti vengono elargiti in tutta Ethulia. Non consiglio a nessuno però di tentare di non restituire il prestito: hanno una rete di cacciatori di taglie che si dice arrivi sino all’Impero Asa.

L’unico esercito regolare presente a Florenzia è la milizia cittadina, difatti la Dotta nel corso degli anni ha preferito servirsi di eserciti mercenari. Alcune di queste compagnie, con il tempo, si sono stanziate presso la vicina città di Siena, ove trovano riparo e agevolazioni economiche; in questo modo sono vicini quel tanto che basta per essere facilmente reperibili e abbastanza lontani da non essere un’immediata minaccia.

Situazione attuale

L

a recente invasione del Lupo Bianco ha modificato la storica attitudine bellica di Florenzia, che da ben cinquantacinque anni non si serviva di un esercito ufficiale per difendersi da minacce esterne.

L

a vittoria in campo aperto dell'esercito riunito di Monsferratus, Mediolanum e Neapolis ha infatti costretto le legioni del Lupo Bianco ad una rapida ritirata verso sud, nel cuore della penisola, fino al territorio florentino. Florentia ha dovuto perciò affrontare centinaia di orchi allo sbando che, rispondendo ai loro atavici istinti, si erano ricomposti in tribù barbare come ai tempi della loro vita nelle Terre Selvagge. La minaccia verde ha così stretto letteralmente d'assedio le terre Florentine e, se non fosse stato per gli eserciti mercenari accampati a Siena, ora la repubblica sarebbe soltanto un ricordo. Nel 3° giorno del secondo mese di Atachel, anno 2011 D.N, a Montaperti, Baldone Zieni, a capo dell'esercito florentino, ha finalmente scongiurato il pericolo rappresentato dagli orchi. L'abitudine ad affrontare i problemi con l'aiuto della diplomazia o del denaro ha comunque richiesto un tributo salatissimo a Florentia, che ha perso numerose risorse in termini di vite umane.

Dopo la campagna militare, Baldone Zieni, giovane capitano di ventura ormai all'apice della sua carriera, si è trovato assoldato dal senato florentino per sorvegliare e proteggere le vie commerciali, vitali per la repubblica.

I

rapporti con l'esterno non hanno aiutato la ripresa economica delle zone controllate da Florentia. Difatti, poco dopo la vittoria di Montaperti, la nascita della Confederazione Ethulica, ad opera dei Regni di Monferratus, Neapolis e Mediolanum, ha visto l'esclusione di Florentia, forse a causa della sua mancata presenza a Mediolanum nel momento di maggior pericolo. Fatto sta che ora Florentia non vede di buon occhio la nascente Confederazione e anche con Gradara pende una delicata questione riguardante la morte, in circostanze ancora da chiarire, del figlio del Senatore Sclerozi.

Tuttavia, Florentia sembra avere altre priorità e altri problemi da affrontare, come la ricerca di almeno un centinaio di giovani, spariti negli ultimi due mesi da taverne, bordelli e parchi di Florentia senza lasciare traccia o gli avvistamenti di elfi scuri intorno alla zona di Reimas, avvistamenti a cui hanno fatto seguito immediate indagine, le quali tuttavia non hanno portato a nessun risultato.

Personaggi Importanti

Arminia Centopelli: Senatrice del Consiglio Florentino. Proviene da una famiglia di bancari di media levatura, deve quindi la sua posizione di rilievo alle proprie abilità personali. Riguardo l'invasione del Lupo Bianco, la sua posizione è sempre stata di aperta e netta ostilità, al punto che ha tentato di assoldare un'intera compagnia mercenaria al solo scopo di far notare la presenza di Florentia nella battaglia di Mediolanum. Fintanto che Sclerozi era vivo, lei era la sua più agguerrita avversaria; ora che il Senatore è morto, pare che nessuno riesca a tenerle testa in Senato. Testarda,

Document info
Document views866
Page views866
Page last viewedSun Dec 11 02:55:13 UTC 2016
Pages299
Paragraphs4144
Words177797

Comments