X hits on this document

797 views

0 shares

0 downloads

0 comments

185 / 299

dal comune. Famosa è la gilda degli orefici di Damasco, che crea alcuni trai gioielli più ricercati al mondo, e lavora le pietre provenienti da ogni parte di Anairon. Le donne amano truccarsi e dedicano molto cura al corpo e al viso, cospargendosi di oli profumanti ,e provando ogni genere di creme leviganti e rinfrescanti. Gli uomini non sono di certo da meno, visto che è considerato segno di grande ricchezza avere un viso truccato, soprattutto gli occhi e le ciglia.

I modi di fare dei Damasceni sono sofisticati e difficilmente diretti. Per questo si sono coniati modi di dire “Mellifluo come un Damasceno”, o  “Decadente come un Damasceno”.

Le città che sorgono in questa parte dell’Impero rispecchiano questa attitudine, e trasudano ogni genere di decadenza e opulenza. Per gli avventori incauti, non è raro perdersi tra le mille delizie offerte, per poi risvegliarsi la mattina derubati di ogni bene, o peggio. In confronto alle città occidentali, fatto forse eccezione per quelle elfiche, le città Damascene non hanno paragoni. La loro architettura è funzionale ma allo stesso tempo affascinante e invitante. Ne sono un esempio gli enormi acquedotti, che ogni giorno, portano migliaia di litri di acqua fresca nelle principali città dell’Ovest, o gli imponenti sitemi fognari che percorrono il sottosuolo. Grazie a questi accorgimenti, le città risultano molto più pulite e sane, e quindi il rischio di epidemie e malattie e notevolmente minore, nonchè l’olezzo dovuto ai rifuti.

La diplomazia e l’oratoria sono molto diffuse, e si può dire che un uomo che voglia intraprendere una carriera politica, dal più alto consigliere cittadino, al più umile dei rappresentanti di città, deve possedere un’infarinatura di retorica e dialettica, visto che è la norma, che i dibattiti politici si risolvano molto spesso in conversazioni accese e articolate, capaci di durare anche parecchie ore. In queste contese verbali, ogni genere di fronzolo dialettico è permesso, e anzi visto come una grande qualità. Mai come per i Damasceni è valido il detto “avere la lingua affilata come rasoi”.

Sebbene il potere agli alti livelli, possa essere raggiunto solo dalla Casta Reale, anche ai cittadini più umili, i Deloi, sono aperte carriere politiche minori, e almeno una volta al mese, ogni cittadina che si rispetti, scende nella piazza principale per misurarsi sui temi di più grande attualità. Non sempre ovviamente quello venuto fuori da queste assemblee ha un reale beneficio, ma vi sono consigli cittadini, quelli delle più importanti città, che possono decidere il futuro di intere Satrapie. Questo sistema è particolarmente attivo nella parte occidentale dell’Impero, in cui i Damasceni, durante queste assemblee, possono mettere in mostra tutta la loro bravura. Come è facile immaginare, chi non ha ricevuto un educazione adeguata, difficilmente potrà reggere il confronto con un retore professionista, ma non mancano casi di figura particolarmente carismatiche, che sono riuscite a sopperire alla scarsa capacità dialettica, con una forte personalità magnetica. Questa forte partecipazione politica potrebbe apparire una contraddizione in un Impero assoluto come quello Asa. Di fatto, vista l’esperienza millenaria della Casta regnante, si è capito già da diverso tempo, che per prevenire moti di insurrezione e di scontento popolari, è più che giusto dare modo, in limiti ben stabiliti, ad ognuno di poter dire la propria.

Altra particolarità per i Damasceni, è il loro amore per il mare. L’Impero Asa, è principalmente un Impero continentale, ma nel giro degli ultimi anni, si sta attrezzando per mettere in mare una poderosa flotta sia mercantile che militare. I cantieri di Tiro e Sidone lavorano incessantemente per dare all’Impero Asa, una flotta degna di un tale impero. Le consocenze nautiche dei Damasceni stanno piano piano raggiungendo quelle dei vernentiani, e nessuno può dire quando questo divario sarà colmato del tutto. Questo grazie anche all’aiuto di alcuni cittadini vernentiani, persuasi a rivelare alcuni segreti nautici, in cambio di laute ricompense. Ottimi mercanti e banchieri, i Damasceni non sono altrettanto ottimi soldati. Forniscono ottime truppe leggere, e ottimi tiratori a cavallo, ma il nerbo dell’esercito Asa, è formato dai Persenidi. Questo viene completamente rivoltato quando si parla di combattere in mare.  

Inoltre, i Damasceni sono forse tra i più abili alchimisti esistenti al mondo, i primi sperimentatori di quest’arte, che ogni anno progredisce, fondendosi tra tecnica e magia. I Damasceni ne hanno fatto diventare uan filosofia, e chi la pratica la segue come sentiro di illuminazione, e non solo come mero lavoro. A Damasco, l’Accademia dei Tre Cieli, è forse la più rinnomata scuola alchemica di Anairon. Le Satrapie occidentali sono Damasco, Tiro e Sidone.

Document info
Document views797
Page views797
Page last viewedFri Dec 09 00:51:19 UTC 2016
Pages299
Paragraphs4144
Words177797

Comments