X hits on this document

798 views

0 shares

0 downloads

0 comments

187 / 299

L’intera popolazione Asa è stata suddivisa in caste, per ordini ben più remoti dell’attuale Imperatore Jadav Ranu. Tale suddivisione è ormai cristallizzata nelle menti dei cittadini dell’Impero, per cui nemmeno il più visionario dei suoi abitanti, potrebbe mettere in discussione la giustizia di questo ordine. Per l’Imperatore, tale divisione è un lascito di Ahura Mazda stesso, che avrebbe, nella sua infinita saggezza, visto il cuore degli uomini, e stabilito chi dovesse essere degno a governare il Regno più potente e grande di Anairon, il regno che avrebbe ospitato la sua rinascita. E’ facile capire come questa concezione faccia divenire l’Imperatore e la sua famiglia, una sorta di Divinità terrena, una sorta di essere intermediario tra il regno degli uomini e il Regno dei Cieli.

La Casta Reale o Stirpe del Drago, è personificiata dall’Imperatore, dalla sua famiglia, e dai parenti più stretti, i Satrapi, che governano le regioni in cui è diviso l’Impero. In questo modo,  di fatto, la casata Ranu, governa direttamente tutto l’Impero. Ovviamente un territorio così vasto con una popolazione così grande, difficilmente potrà essere sotto il controllo di una sola famiglia, per quanto allargata. La poligamia infatti è ampiamente tollerata nell’Impero, anche se non tutte le caste possono praticarla. L’Imperatore stesso ha ventuno mogli, tre per ogni regione imperiale, e da ognuna di loro ha svariati figli e figlie. Molti di questi diventeranno nuovi Satrapi, alti ufficiali militari, e membri dell’alto Clero di Ahura Mazda. In molti vedono in questo, come una delle possibili cause di una futura caduta dell’Impero, che verrebbe poi dilaniato da innominabili lotte fratricide. Il figlio primogenito, che poi erediterà il titolo di Imperatore, è tenuto d’occhio da una nutrita guardia scelta, i Custodi, che si occupano anche di tenere d’occhio personalmente ogni altro figlio dell’Imperatore, e le mogli. Questo ordine, fedele all’Imperatore e ad Ahura Mazda oltre il fanatismo, rifersice qualunque cosa avvenga, giorno dopo gionro, all’Imperatore stesso. Poco accade che non venga segnalato, e nella gran parte dei casi, i figli accettano di buon grado quello che viene imposto loro per il bene dell’Impero.

Le Satrapie sono ereditarie, anche se in qualunque momento, possono tornare nelle mani dell’Imperatore, che poi le affiderà a chi reputerà più degno, comunque scelto sempre tra la Casta Reale. Ogni Satrapia ha il dovere di provvedere alla propria difesa, e di equipaggiare un contingente fisso da impiegare in caso di guerra, Ovviamente, oltre alle truppe standard, ogni Satrapia ha una particolare attitudine, come ad esempio i tiratori a cavallo di Sidone, i genieri di Damasco, i cavalieri di Babilonia e gli incursori di Samarcanda.

Ogni Satrapia inoltre ospita un reparto scelto di guardie fedeli esclusivamente all’Imperatore, appartenenti sempre al reparto dei Custodi. E’ dovere di ogni Satrapo provvedere al loro sostentamente, e riferire, alla fine di ogni giornata, ogni decisione presa. Tutto quello riferito viene scritto nel libro della Fedeltà, che poi al termine di ogni mese, viene inviato a Babilonia, per essere sottoposto alle attenzioni dell’Imperatore. Il mancato invio di tale libro, è motivo sufficiente per essere sollevati dal proprio incarico, e per essere giudicati come traditori. Ogni Satrapia deve mantenere mille Custodi, e anche solo la morte di uno di loro viene seguita da una scrupolosa indagine, da parte di ufficiali imperiali. Ogni minimo sospetto di morte violenta, potrebbe portare ad indagini molto scrupolose sul Satrapo, e, nei casi più gravi, alla sua deposizione e relativa morte. Oltre a questi doveri onerosi, i Satrapi godono anche di notevoli privilegi ovviamente, governando di fatto la propria regione come sovrani assoluti, purchè rimangano nei binari dettati dall’Imperatore. Come però si può immaginare, l’ultima parola, soprattutto in politica estera, spetta sempre all’Imperatore, e trattare con un emissario straniero, senza il consenso bollato imperiale, è considerato atto di alto tradimento.

Sono parecchi anni ormai che non ci sono più insurrezini tra i Satrapi, cosa alquanto frequente invero, prima che venissero introdotti i Custodi. Grazie a questa stabilità politica, è facile immaginare come ogni sforzo ora sia teso al rafforzamento dell’Impero.

La casta degli Aere, la seconda in ordine di importanza, raccoglie tutti i funzionari politici, pubblici, militari, che pur non facendo parte della famiglia reale, rivestono comunque ruoli di una certa importanza. La casta, vista la mole enorme di burocrazia e istituzioni, è molto vasta, e racchiude

Document info
Document views798
Page views798
Page last viewedFri Dec 09 01:18:32 UTC 2016
Pages299
Paragraphs4144
Words177797

Comments