X hits on this document

860 views

0 shares

0 downloads

0 comments

191 / 299

Esercito

L’esercito dell’Impero è tanto vasto quanto vario. Molto rinomati sono i temutissimi arcieri pesanti Asa, armati con armatura lamellare e pesante Arco d’osso.

A fianco dei normali reparti comuni a tutti gli eserciti, vi sono reparti specializzati e caratteristici, provenienti da ogni parte dell’Impero, come i temuti maghi da guerra.

L’esercito si divide in due grossi tronconi: l’esercito permanente, che ha il compito di sorvegliare i confini, pattugliare le città, e sventare ogni tentativo interno di corruzione; l’esercito ausiliario, composto da cittadini richiamati alle armi, in caso di bisogno. Ogni cittadino, dai 16 ai 40 anni, può essere richiamato in guerra, e a seconda del loro ceto, dovrà procurarsi un certo tipo di equipaggiamento, e servire in un determinato corpo. I deloi dovranno servire come fanti, o come tiratori, mentre gli Aere dovranno premunirsi equipaggiamenti più pesanti e servire come cavalieri o cavalleggeri.

Comunque sono molti all’interno dell’Impero che si dedicano alla vita militare, sia per motivi patriottici, sia per motivi economici. Pasti gratuiti e abbondanti, visite mediche frequenti, esenzione dal pagamento delle tasse, e la possibilità, a fine carriera, di ritirarsi con onore e acquisire anche vasti appezzamenti di terra. Inoltre, per i migliori, vi è la possibilità di salire di grado, e quindi aumentare anche la propria casta sociale. Ovviamente il capo supremo dell’esercito è l’Imperatore, e i Satrapi sono i membri del Consiglio di guerra, nonché generali. Come si capisce da ciò, tutti i membri della Casta Reale, ad esclusione delle donne e di chi si voterà alla religione, riceve una rigida educazione militare.

In tempo di guerra sono loro a condurre le armate in battaglia, attorniati dai migliori guerrieri dell’Impero, e dotati delle migliori equipaggiamenti che artefici possano costruire.

In tempo di pace, il comando dell’esercito è lasciato ai supervisori della difesa delle varie province.

La marina riveste un ruolo particolare nell’esercito. Fino a pochi anni fa, gli Asa non vedevano il mare con grande attrattiva, preferendo il dominio continentale e limitandosi a pattugliare le proprie rotte commerciali. Da qualche anno a questa parte, forse anche grazie alle continue scaramucce con Vernentia e i predoni Lirri, l’Imperatore ha deciso di invertire questa tendenza, e investire nella marina. Nei cantieri di Tiro e Sidone, galee vengono varate, equipaggi armati, capitani istruiti con le più recenti tecniche marinare. La marina è comandata dal Signore dei Mari, uno dei membri della Casta Reale

A differenza dei corpi specifici, forniti dalle varie Satrapie, l’ossatura dell’esercito non ospita guerrieri eccezionali, anche se la disciplina viene fatta rispettare molto duramente. E’ il numero impressionante però, che fa dell’Esercito dell’Impero Asa, probabilmente il più forte di tutta Anairon, e solo Ahura Mazda sa cosa potrebbe ottenere se l’Imperatore decidesse di schierarlo.

La Magia e l’Alchimia

L’Impero Asa non solo è antico e multirazziale, ha anche una lunga e gloriosa tradizione arcana. Nelle biblioteche delle sue città, è raccolto gran parte dello scibile umano, che spazia da tanti e diversi argomenti. Non fa eccezione la magia, raccolta e catalogata da secoli, nelle alte torri delle scuole arcane. Babilonia per l‘appunto, ospita la più grande torre di magia mai costruita, al cui confronto, le torri di Florentia non sono che pallide imitazioni. La torre del Cosmo, è il nome con cui è chiamata, ospita la biblioteca più fornita di testi arcani, trattati, studi e ogni altra cosa possa essere stata studiata e osservata. Qui vengono addestrati anche i temutissimi maghi da guerra Asa, che da tempo sono affiancati alle legioni imperiali. Ogni capitale delle Satrapie, ospita una torre similare a quella di Babilonia, anche se i dimensioni più ridotte. In queste torri, non viene studiata la magia in toto, come avviene a Babilonia, ma viene esaminata scissa nelle sue sfere principali, ad eccezione della sfera di tenebra, bandita dall’Imperatore Artabazo nel 1235 d.N. A tiro sorge la torre dell’Acqua, a Sidone quella dell’Aria, a Samarcanda quella della Terra, a Ectabana quella del fuoco, a Persepoli quella della Luce, e a Damasco quella dell’Empireo, che tratta la sfera comune. Pochissime persone(la maggior parte delle quali iniziati del collegio della magia) sanno che in

Document info
Document views860
Page views860
Page last viewedSat Dec 10 23:22:21 UTC 2016
Pages299
Paragraphs4144
Words177797

Comments