X hits on this document

659 views

0 shares

0 downloads

0 comments

199 / 299

Rapitore, infatti esso viene considerato un povero folle mendicante. Spesso racconta le sue storie ai giovani o agli stranieri, mentre i Lirri lo evitano o ignorano le sue chiacchiere. A chi gli chiede di raccontargli la sua storia, egli si infervora e con il cuore che pulsa fortemente racconta di essere un superstite tornato da Pandemonium, la città maledetta dell’entroterra, e spesso ne descrive gli orrori. Questa è la descrizione che è solito fare di Pandemonium:

“Pandemonium dici?Beh, il suo nome è…non mi fare ricordare!Terribile!Terribile!Cumuli di ossa, ossa che si muovono e sorridono, amare, amare ossa, ossa di vivo che morto ride al vivo che…Ahhhh!!!!...il trono di sangue che spunta dalle viscere di coloro che straziati, soffrono dal dolore…mi fa male, no!Dannato per l’eternità!NOOOOOOOO!...Li vedo ancora, i denti che stridono, lacrime che nessuno raccoglierà…a questo punto, non si torna più…solo io…solo io…solo io…”

Di giorno è un’usanza vederlo per la strada, ma di notte nessuno lo incontra mai: è come se sparisse, inghiottito dalle tenebre; alcune leggende popolari, spesso utilizzate per spaventare i bambini, dicono che il Pazzo Rapitore sia il traghettatore di anime di Pandemonium, colui che di notte rapisce quelli che sono destinati al castigo eterno e li porta alla città della disperazione…

Giovanni Dionisi

Torna all’Indice

ILLIRIA

Oltre il Mare Nostrum si trova una vastissima regione che si estende, da Nord a Sud, per tutta la lunghezza della penisola ethulica; dalla costa prosegue per moltissimi chilometri verso Est, fino a raggiungere le grandi montagne del Nag Dür, che fungono da confine naturale con le Terre Selvagge.

L’ Illiria confina a Nord con il Reich mentre a Sud con le terre Lirri.

Storia

La storia dell’ Illiria è oscura e travagliata da lunghe e sanguinose guerre religiose.

Anticamente l’ Illiria era costituita da 3 regni tra loro indipendenti, governati da tre Re ambiziosi e guerreschi.

Il primo era Karsus, seguace di Itzamna e determinato ad imporre una teocrazia del dio padre su tutte le terre, ed in suo nome conquistare ed assoggettare gli altri regni;

il secondo era Bront, un dittatore sanguinario e barbaro veneratore di Kin;

il terzo era Elwirhen, un monarca giusto ma dal pugno di ferro, seguace e paladino di Kinich.

Le mire espansioniste di Karsus furono causa di parecchie guerre con i regni di Bront ed Elwhiren, fino a quando questi ultimi non si allearono in una campagna di conquista che riuscì a distruggere quasi interamente le truppe di Karsus.

Ma durante una delle ultime battaglie, dove le truppe di Bront ed Elwhiren uniti giunsero quasi alla capitale del regno di Karsus, qualcosa cambiò.

Nessuno sa come avvenne la cosa, ma si seppe che Bront tradì Elwhiren e l’ uccise consegnando la sua testa a Karsus in segno di una nuova alleanza.

Solo una leggenda racconta della notte in cui Elwhiren venne ucciso: si narra che Karsus, vedendo imminente la propria sconfitta si recò nel grande tempio per pregare Itzamna, il quale gli apparve sotto forma di drago nero e gli propose un patto: il drago gli avrebbe garantito la vittoria, ma Karsus avrebbe consegnato al drago dodici anime del suo regno ogni anno come tributo.

Document info
Document views659
Page views659
Page last viewedSun Dec 04 04:49:47 UTC 2016
Pages299
Paragraphs4144
Words177797

Comments