X hits on this document

880 views

0 shares

0 downloads

0 comments

202 / 299

Carsidia è la chiave della vittoria, poiché è li che si trova il trono da lui ambito.

Il suo primo ordine all’arrivo del disgelo sarà quindi marciare su Carsidia per deporre il Sovrano e prendere il suo posto.

Prima di questo però, Arkady sfrutta i mesi invernali per eliminare le sacche di resistenza lealiste ancora presenti a Brontia, sostituendo i vecchi amministratori reali con uomini di sua scelta e fiducia, per assicurasi il controllo dei gangli del potere.

Ancora, opera un fitto reclutamento di volontari e una coscrizione obbligatoria per tutti i maschi di età compresa tra i sedici e trenta anni, organizzando guarnigioni armate in tutti i punti nevralgici del suo nuovo feudo, in particolare vicino ai confini.

Dal punto di vista politico, Arkady sa che per una sua vittoria finale gli è indispensabile l’appoggio della Chiesa del Dio Drago, o almeno di una parte di essa.

Sempre più spesso si accompagna quindi con un giovane ed ambizioso Vescovo di Itzamna, Gregor Radek, vicario dell’anziano Cardinale Petronov, la più alta carica religiosa di Brontia.

I pezzi sulla scacchiera sono ormai tutti piazzati al loro posto, Arkady attende solo la fine dell’inverno per portare il suo attacco e colpire al cuore la monarchia Illirica.

Finora tutto è andato secondo i suoi piani.

Luoghi Importanti

Carsidia

La Capitale, e più grande città dell’Illiria, sorge nel mezzo del protettorato che porta lo stesso nome, quello che occupa la parte centrale della nazione.

Vero fulcro politico del Regno, è protetta da una doppia cinta muraria, una di colore bianco ed una di colore nero, chiamata “Le spire del Drago”, in onore del simbolo di Itzamna.

Al suo interno, si trovano gli edifici più importanti di tutto il Regno, in particolare il Palazzo Reale e il Grande Tempio di Itzamna.

Il primo è dimora del Re e della famiglia Reale, oltre che dei nobili più importanti, quelli che fanno parte del Consiglio Ristretto della Corona.

Il Grande Tempio di Itzamna è invece il sancta sanctorum della Fede del Dio Drago nel mondo.

Qui risiedono le più alte gerarchie ecclesiastiche di questo culto, nonché le reliquie più importanti e la sede dell’Ordine dei Paladini del Dio Drago.

Brontia

Brontia è il protettorato settentrionale d’Illiria, quello confinante con il Reich e col regno nanico di Nag-Dur.

Data la sua posizione, è da sempre il baluardo militare del Regno, e in esso si trova la grande Accademia dei Draghi d’Illiria il corpo scelto di guerrieri responsabile dell’ordine pubblico, del comando delle truppe sul campo e della protezione dei luoghi più importanti.

Il grosso delle truppe dell’Esercito Reale è stanziato qui, onde fronteggiare eventuali invasioni.

Naturalmente, Brontia è stata messa a dura prova durante la discesa dell’Orda del Lupo Bianco, pagando forse il prezzo più alto e generando nella sua popolazione un senso di rivalsa e rancore nei confronti del potere centrale di Carsidia.

A differenza di Carsidia, il capoluogo di Brontia è una cittadella pesantemente fortificata, orientata alla difesa ed alla sorveglianza del territorio.

Brontia è la zona più danneggiata dal passaggio del Lupo Bianco, con intere città date alle fiamme, campi distrutti, interi paesi trucidati. Il lavoro di ricostruzione è cominciato, ma sarà di certo lungo e faticoso.

Elwiria

Il protettorato meridionale è il fulcro commerciale del Regno.

Document info
Document views880
Page views880
Page last viewedSun Dec 11 08:16:26 UTC 2016
Pages299
Paragraphs4144
Words177797

Comments