X hits on this document

670 views

0 shares

0 downloads

0 comments

206 / 299

da circa ottocento gradoni. Dalla cima del Tempio si può scorgere e dominare l’intera città, al Gran Sacerdote è fatto assoluto divieto di lasciare il Tempio se non per guidare una volta al mese la Grande Caccia, o per comandare l’esercito in caso di guerra. La cultura è segnata dalla fede in Quetzalcoatl, gli abitanti di Tenocticlan sono tutti guerrieri e cacciatori, i bambini nati storpi o deformi vengono immediatamente sacrificati al Dio Giaguaro, e spesso le madri si offrono a loro volta in sacrificio per lavare l’onta di una simile offesa al Dio. Nella Grande caccia che avviene una volta al mese allo scoccare della mezzanotte,  partecipano i Sacerdoti e le loro guardie; vengono rilasciati alcuni cinghiali appositamente allevati, e con l’ausilio degli animali sacri al Dio, i Giaguari, devono essere abbattuti tutti prima dell’alba. Se ciò non dovesse avvenire è un presagio della scontentezza di Quetzalcoatl, si procede quindi al sacrificio di un uomo per ogni cinghiale sfuggito alla cattura, per placare i malumori del Dio. La gerarchia è molto particolare: in cima alla piramide sociale sta come già detto il Gran Sacerdote, eletto dal consiglio dei Sacerdoti dopo varie prove di mortificazione del corpo e dello spirito, sono numerosi i Sacerdoti morti durante questi riti per assurgere alla massima carica. I singoli sacerdoti vengono scelti alla nascita, tramite convergenze astrali che ne denotano la propensione a tale carica. Esiste una casta di Sacerdoti, detti i Veggenti adibita a tale compito. Ogni giorno individuano i bambini destinati a divenire Sacerdoti o Guerrieri Giaguaro, li prelevano dalle famiglie e li crescono in funzione della carica che un giorno dovranno ricoprire. Ad ogni Sacerdote viene affidata una piccola guarnigione di guardie del tempio note come Guerrieri Giaguaro, che li seguono e li proteggono per tutta la vita. Più un Sacerdote è potente, più guardie del tempio possiede. Queste alla sua morte subiscono il suo stesso destino per mezzo di sacrifici rituali.

Oltre ai sacerdoti, gli unici a poter avere accesso alla cultura sono gli scriba che si occupano di arti quali la scrittura, l’architettura e la matematica. Contadini, pastori e manovali sono la base della piramide sociale, non esistono schiavi, nessuno può possedere un’altra persona al di fuori dei Sacerdoti che posseggono le guardie del Tempio. La poligamia è una pratica accettata e spesso necessaria, vista l’alta mortalità degli uomini, unici a poter combattere e cacciare.

Matapoto

Gli abitanti di matopoto sono sicuramente i più pacifici in assoluto in queste isole. La città sorge ai piedi della montagna di Telematopec, infatti i Matopoto sono anche conosciuti come Topec vista l’importanza che questo monte ha per la popolazione. Oltre ad essere una preziosa fonte di minerali di ogni tipo, può vantare terreni fertilissimi. Grazie al sistema di terrazzamenti, quasi tutta la montagna viene coltivata, inoltre in cima al monte si trova il lago più grande dell’arcipelago che viene usato per irrigare costantemente i campi. Il Gran Sacerdote è il vegliardo Montezuma, un individuo dall’apparenza paciosa, ha dimostrato nel corso degli anni un’acuta intelligenza nell’amministrazione della sua isola.

Il tempio di Chicomecoatl sorge su di un picco nel versante sud del monte Telematopec. All’esterno ha un aspetto ordinario, sembra anzi di dimensioni modeste. In realtà la costruzione affonda di parecchie decine di metri all’interno della roccia. L’altare è sormontato da una vasca alimentata da una piccola sorgente che i nativi considerano sacra. Il Gran Sacerdote una volta alla settimana fa il bagno in questa vasca per purificarsi.

Il resto dell’isola è disseminata di numerosi Templi che sono vere e proprie scuole. Le famiglie nobili mandano i propri figli a studiarvi, coloro che presentano la vocazione diverranno Sacerdoti che in quest’isola sono dediti alla castità. Gli altri invece approfondiranno gli studi per divenire architetti, orafi, ingegneri o uno degli altri mestieri che sono considerati ad appannaggio della nobiltà.

Esistono anche delle accademie dove vengono addestrati i combattenti, che in base all’estrazione sociale diverranno le guardie del tempio o i comandanti di esse.

La pesca è la seconda fonte alimentare della popolazione, i pescatori, a fine giornata, offrono porte del loro pescato ai Soromos, uccelli trampolieri che vengono considerati i messaggeri del Dio.

Durante un’invasione nel 1799 D.N da parte dell’esercito di Tenocticlan,questi ultimi scesero in

Document info
Document views670
Page views670
Page last viewedSun Dec 04 12:18:40 UTC 2016
Pages299
Paragraphs4144
Words177797

Comments