X hits on this document

654 views

0 shares

0 downloads

0 comments

208 / 299

per scoppiare contro gli abitanti di Tenocticlan potrebbe essere un ottimo teatro per provare il suo valore.

Crecoptecoquol: comandante dell’esercito del regno, fa parte della seconda famiglia più ricca ed influente dopo quella di Ochocotopeca, fin dall’investitura dell’attuale Gran Sacerdote non ha mai nascosto le sue mire a tale carica.

Le Guardie del Tempio

In tutti e tre i Regni Teocratici che governano le isole dell’estate, le guardie del tempio dei rispettivi Dei occupano di certo una posizione di primaria importanza all’interno delle proprie società. Sono i guardiani dei Templi, i protettori dei Sacerdoti e le truppe d’Elitè, quasi tutti addestrati fin dalla tenera età a ricoprire codesto ruolo.

Guerrieri Giaguaro

Come per i Sacerdoti, anche i Guerrieri Giaguaro vengono indicati dai Veggenti alla loro nascita. Prelevati dal seno materno appena dopo lo svezzamento, l’addestramento vero e proprio comincia all’età di dieci anni.

Ad ogni aspirante Guerriero Giaguaro viene donato un cucciolo dell’animale sacro, e tramite un complesso rituale le menti delle due creature vengono messe in comunione. Nessuno tranne uno di questi Guerrieri può capire veramente cosa accade, è una sorta di consapevolezza reciproca che si instaura, l’uomo guadagna le fini percezioni visive, uditive e olfattive dell’animale, mente il felino acquisisce disciplina e fedeltà, altrimenti impossibili da inculcare in animali così selvaggi. Ne consegue un connubio davvero letale.

Se uomo o giaguaro muoiono, molto spesso il compagno impazzisce per il trauma, in caso contrario i giaguari vengono rimessi in libertà, mentre agli uomini viene assegnato un altro cucciolo. L’addestramento prosegue con l’insegnamento dell’uso delle armi, e dei precetti del dio, numerose sessioni di caccia vengono fatte fare senza l’ausilio di armi, per cui questi individui sono delle macchine di morte anche a mani nude.

Le asce a due mani sono le armi predilette da questi guerrieri per scendere in battaglia, mentre per la caccia vengono usati artigli in ossidiana, estremamente taglienti ma inutili in guerra poiché molto fragili.

Raggiunta la maturità ogni guerriero viene assegnato ad un Sacerdote, dovrà seguirlo e proteggerlo per il resto della sua vita. Se il Sacerdote dovesse prematuramente morire, la metà dei membri della sua guardia personale dovranno seguire la stessa sorte, per continuare la loro guardia anche nell’aldilà: ogni guerriero sceglie come essere Sacrificio, seppellito vivo, bruciato nella pira funebre, gettato da una rupe oppure lasciato su una canoa senza acqua ne cibo in balia del mare.

Quatemocq conosciuto per essere divenuto per alcuni anni il Re di Sena Gallica, faceva parte proprio di quest’ordine, si racconta che venne sacrificato in seguito alla morte del suo Sacerdote e che scelse la via dell’acqua. Dopo essere stato “pescato” da un gruppo di pirati decise che era un segno di Kin e che il suo Sacrificio non era ancora finito. Morì dieci anni dopo per avvelenamento.

I guerrieri Giaguaro non indossano armature di alcun tipo tranne poche pelli, per loro ferite e mutilazioni equivalgono al più alto degli onori agli occhi di Quetzalcoatl.

Difensori del Soromos

Sono le guardie del tempio di Chicomecoatl, i genitori delle famiglie più ricche dei Matopoto scelgo i figli più adatti per divenire Difensori e li mandano alle accademie. Non è raro che anche individui di estrazione sociale più bassa vengano scelti dai Sacerdoti per le loro doti fisiche.

L’Ordine prende il nome dall’uccello sacro dei Matopoto, i Difensori in combattimento ne imitano i movimenti, combattendo con due spade lunghe.

Sono guerrieri agili e letali, a differenza dei Sacerdoti a loro non è imposta la castità.

I Dedicati

Oltre ad essere la truppa migliore dell’esercito dei Pletaptarak, sono anche adibiti alla protezione

Document info
Document views654
Page views654
Page last viewedSun Dec 04 02:34:01 UTC 2016
Pages299
Paragraphs4144
Words177797

Comments