X hits on this document

790 views

0 shares

0 downloads

0 comments

209 / 299

dei Templi e dei sacerdoti.

Il Gran Sacerdote ha sempre una guardia d’onore composta da venti unità, che si danno il cambio giorno e notte per salvaguardarne l’incolumità.

I Dedicati vengono resi insensibili al dolore tramite la somministrazione del succo di Malinoquela, una pianta velenosa che cresce su queste isole. La malinoquela è solitamente usata dai dottori per alleviare il dolore delle ferite, se somministrata in alte dosi porta alla morte per paralisi. L’uso che ne fanno i Dedicati è molto particolare: appena iniziano il loro addestramento cominciano ad assumere piccole dosi giornaliere allungate con latte di capra. Man mano che crescono tali dosi aumentano fino a renderli assuefatti ed insensibili a qualsiasi dolore.

Indossano armature molto pesanti per tutta la loro vita tranne quando dormono, l’abitudine a questo fardello li rende agili anche in ambienti quali la Jungla.

Hanno un senso dell’onore quasi maniacale, non è raro che in seguito ad un errore commesso o ad un torto subito avvengano duelli mortali tra i Dedicati, altre volte decidono di suicidarsi tagliandosi la gola da orecchio a orecchio.

Sono addestrati all’uso di qualsiasi arma, in particolare le combinazioni daga  scudo e giavellotti scudo sono le predilette.

Mio signore, grazie alla copertura offertami dal compito assegnatomi dallo sceicco Meltlemh Abrokazak Molfetharan, sono riuscito a portare a termine la mia reale missione. I documenti in vostro possesso dicevano il vero, le Isole dell’Estate sono di certo la culla della civiltà degli Antichi, tutto, architettura lingua e scrittura denotano questo fatto. Come da voi pronosticato sull’isola di Tenocticlan esiste un nodo. È stato molto difficile introdurmi nel luogo dove è custodito, poiché si tratta della piramide dove risiede il Teocrate, ho dovuto spacciarmi per fedele di Kin per riuscire nella mia impresa. Si trova nei sotterranei del tempio, in una stanza dove vengono praticati i sacrifici umani. Ebbene sono giunto alla conclusione che questo popolo non sia consapevole di cosa custodisce, usano la pietra soltanto per effettuare i loro barbari sacrifici. Inoltre sono del tutto sicuro che il nodo non sia attivo, quindi ciò non ha alcuna importanza.

Lettera di Issahim Ibn Fadan al vicario della biblioteca di Babilonia.

Massimiliano Protti

Torna all’Indice

LIBERIA

La zona ad ovest di Taur Ruum è una penisola costituita prevalentemente da un unico grande altopiano, che si estende dalle catene montuose dei Pirenei fino alla costa ovest, dove si tuffa verticalmente sul mare. L'interno del territorio ospita alcune catene montuose e vaste pianure, nonché, nella parte sud-occidentale, un terreno semi-arido. Il mare bagna tre dei lati della penisola, mentre il quarto è limitato dai Pirenei.

Dal punto di vista politco, la regione è nota come Impero di Liberia ma da circa due anni a questa parte esso è diviso dalla rivalità degli eredi al trono, i principi fratelli Gomez e Francisco. I due infatti, dalla morte del padre, l'Imperatore Franco, hanno diviso il regno per un problema di successione e non sembrano intenzionati a ricucire la spaccatura interna.

Verso la fine dell'anno 2010 D.N., una grande coalizione di tribù delle Terre Gialle ha cercato di invadere la Liberia, riuscendo solo in parte nell'intento, ma creando una testa di ponte sullo stretto di Gibraltar, dal quale i popoli del sud lanciano continue razzie, cercando il momento più utile per sferrare un secondo potente attacco.

Document info
Document views790
Page views790
Page last viewedThu Dec 08 18:22:12 UTC 2016
Pages299
Paragraphs4144
Words177797

Comments