X hits on this document

736 views

0 shares

0 downloads

0 comments

219 / 299

Il Vescovo, esterrefatto, si era interrotto…ma non avrebbe mai potuto immaginare quello che stava per succedergli. Friedrick alzò il braccio lungo disteso, in modo da far vedere bene ciò che esso reggeva: un logoro librone rilegato in cuoio nero, con al centro un sole in metallo dorato.

Ogni uomo o donna del Reich, sin da bambino, ha imparato a memoria quel libro: il tomo dei Dogmi di Thor, il testo più sacro della religione del Reich,

Senza battere ciglio, Friedrick ruotò il braccio in un arco fulmineo, colpendo in piena faccia il Vescovo con il pesante libro.

Si sentì il rumore come di qualcosa che si spezza, e il Vescovo cadde lungo disteso al suolo, gambe all’aria.

Per qualche secondo nessuno parlò, tutti guardavano Friedrick, che li osservava con fare severo da davanti all’altare di Thor, con il libro dei suo precetti ancora stretto in mano.

Il Vescovo si rialzò barcollando, con una mano davanti alla faccia nel vano tentativo di fermare il copioso fiotto di sangue che gli usciva dal naso rotto.

Ordinò ai fedeli di aiutarlo contro il blasfemo aggressore, ma nessuno di coloro che erano ammassati nei banchi mosse un dito.

Friedrick non degnò il vescovo neanche di uno sguardo, e tenendo gli occhi fissi davanti a se, attraversò la lunga navata del tempio in silenzio, guadagnando l’uscita.

Nel più totale sconcerto del Vescovo, tutti i fedeli lo seguirono fuori, dove il brusio si trasformò in grida di ovazioni quando Friedrick salì sul carro di un bovaro e lanciò il suo proclama contro la Nuova Chiesa del Reich, corrotta e schiava di Neapolis.

Le poche guardie che tentarono di fermarlo, vennero allontanate dalla folla che le soverchiava nel numero, e che per una volta non aveva paura di finire infilzata su una picca.

Dopo quest’azione cosi plateale, molti uomini si unirono alla causa di Friedrick, senza troppo timore verso le forze armate che tentavano invano di reprimere questo moto rivoluzionario. Essi non erano di certo un gruppo bellicoso, la loro arma era il verbo e con esso presto tutto il regno che una volta era in mano agli Arkantar appoggiava chi segretamente, chi meno “la crociata di Thor”. Per quanto gli Adhorsen cercarono di limitare la rivolta nel loro Protettorato, ben presto la notizia si sparse il tutto il Reich e proseliti da ogni stato, principalmente quelli che erano usciti sconfitti dalla Grande Guerra di tre anni or sono, vollero prender parte attivamente al moto rivoluzionario, cosicché nel giro di pochi mesi gli stati confederati del Reich vennero scossi dall’interno da una rivolta civile, seppur di carattere religioso.

Fredrick si creò così molti amici e nemici rappresentati rispettivamente da Nobili e Lord ostili al dominio Adhorsen e da coloro che invece traevano beneficio dal loro potere, in quanto alleati ad essi nella Grande Guerra.

Sembra che anche i nobili famigliari Arkantar, i più sfrontati e indignati dalla sconfitta subita, abbiano fatto segretamente ritorno nei loro poderi, lontano dalle città e che stiano cercando di contattare questo Frederick per poter sfruttare “La Crociata di Thor” a proprio vantaggio.

Il movimento di rivolta capeggiato da Friedrick è cresciuto nel corso dei mesi, attecchendo soprattutto negli strati più bassi della popolazione, ma non soltanto in quelli.

Secondo il vecchio detto: “il nemico del mio nemico è un amico”, tutti i Nobili ed i Lord segretamente ostili ad Adhorsen, iniziano a vedere nel giovane sacerdote ribelle la chiave per avere dalla loro l’appoggio del popolo.

Già senza che glielo avessero chiesto loro, Friedrick andava profetizzando alla folla la caduta del regime di Adhorsen, come punizione voluta da Thor in persona!

Ecco che allora al movimento di rivolta iniziano ad arrivare, sempre segretamente, i primi aiuti ed i primi appoggi politici, mentre dal canto suo Adhorsen si sforza in tutti i modi di estirpare quella che ai suoi occhi non è soltanto un’eresia, ma anche un pericolo per la sua leadership.

Il Sommo Protettore ha già ricevuto lettere furiose da Neapolis, in cui suo fratello il Papa gli ordina di stroncare sul nascere il problema, ma più che diminuire, i seguaci di Friedrick Duchmer, giovane sacerdote di Thor venuto dal nulla, continuano ad aumentare nonostante gli sforzi compiuti finora.

Document info
Document views736
Page views736
Page last viewedWed Dec 07 09:08:31 UTC 2016
Pages299
Paragraphs4144
Words177797

Comments