X hits on this document

881 views

0 shares

0 downloads

0 comments

241 / 299

Sempre nell’ultimo anno, le leggende che raccontavano di una leggendaria città, Nuova Civitas, sono improvvisamente divenute una realtà concreta. Fondata da Liberio da Monferrato, spintosi nel cuore di questi territori nella speranza di rinvenire la mitica spada del Kaiser ora Nuova Civitas è la terza città più grande di queste terre dopo Adolkh e Novgorod. Sembra infine che Liberio non sia riuscito nel suo intento di ritrovare la spada, in compenso ha messo insieme numerose tribù di goblin, orchi, umani e uomini bestia assalendo prima l'Illiria e poi l'Ethulia. Non era mai successo a memoria d'uomo che un esercito di simili proporzioni proveniente dalle Terre Selvagge venisse messo assieme, serviva un capo carismatico come Liberio per portare avanti una simile impresa. L’invasione dapprima è sembrata inarrestabile. Liberio, forte di un esercito immenso dotato della tipica ferocia degli abitanti delle terre selvagge, e supportato da tecnologie d’assedio che questi eserciti non hanno mai posseduto, ha assediato e distrutto alcune delle principali città illiriche e del Patriarcato di Aquileiam, finchè non ha subito una battuta d’arresto ad opera della lega Panethulica guidata dal generale Monfalco. Da qui l’impeto del suo esercito ha perso consistenza, Liberio è riuscito a conseguire il suo obbiettivo di riconquista del suo regno, Gradara, ma dopo soltanto un mese è stato ucciso. I rimasugli del suo esercito hanno proseguito invadendo i territori di florenzia, dove è stato definitivamente annientato.

Situazione attuale

Dopo l’invasione di Liberio, nelle terre selvagge regna una calma innaturale, le scorrerie sui confini sono pressoché inesistenti, mentre gli asa sono tornati a in questi luoghi per il loro mercato degli schiavi. A nuova Civitas ora regna un nuovo capo, c’è chi dice che sia il figlio di Liberio, ma nessuno sa esattamente di chi si tratti. Le città di Adolkh e Novgorod, tenutesi in disparte durante il conflitto scatenato da Liberio, ora si trovano a sfruttare la debolezza delle tribù che le circondano, acquisendo sempre più influenza e potere.

Adolkh

Adolkh la città più grande delle terre selvagge, grosse mura di pietra annerita dai titanici camini , buttano fuliggine in tutta la città dandogli un'aria cupa e malinconica. L'intera città è dedicata al dio kin e la vita politica si intreccia con quella clericale...il Gran Cacciatore è la massima carica politica e religiosa. Le classe sociali sono: (ordine decrescente di importanza)

Orchi:

Umani:

-il Gran Cacciatore                                                            

-Nobili (Shaka, Umran, Kush-novh)

-Militari                                   

-Trozkunov

-Nobili( Stocovh, Kar-Truzkunov)

-Non cittadini                                         

-Mercanti

-Prigionieri

-Kusenko

-non cittadini

Document info
Document views881
Page views881
Page last viewedSun Dec 11 08:21:51 UTC 2016
Pages299
Paragraphs4144
Words177797

Comments