X hits on this document

825 views

0 shares

0 downloads

0 comments

247 / 299

padrone e con la libertà delle campane porterò loro come onore”

Il senso di questi precetti è di difficile comprensione per i molti poichè sono tradotti dalla lingua asiatica arcaica a quella contemporanea.

L'attuale Zar, Rhuk Kenfa, si sta dimostrando un buon leader militare e, oltre ad essere, come ogni Zar, il Gran Sacerdote di Fenrir è anche un ottimo mediatore con la seconda religione della città, Atachel, con cui, nelle prime ere v'erano stati degli screzi in quanto i primi atacheliani introdussero l'arcanismo oscuro e l'alchimia.

Dopo le vicende dell’ultimo anno, i territori controllati direttamente dallo Zar sono aumentati, riuscendo a sottomettere anche numerose tribù i cui uomini sono quasi tutti periti nella campagna bellica di Liberio da Monferrato.

Popolo

Il popolo è costituito al 90% da umani, ma non vengono disdegnati neppure mezz'orchi ed altri figli del Lupo. I Novgordiani vivono una strana concezione del mondo, una concezione funerea, misteriosa, mossa da forze superiori ed indescrivibili, essi hanno una visione basata sulle loro leggende orali e sul loro clima annebbiato dalle alchemiche torce e fatalista, ove ogni giorno è un possibile dì per il sospirato Ragnarok e, dunque per la fine di tutto.

Nuova Civitas

L’esistenza di questa città, viene tuttora messa in discussione da molti, nonostante le prove inconfutabili messe a nudo nell’ultimo anno dall’invasione di Liberio.

La precisa ubicazione è sconosciuta, è certamente molto più ad est di Adolkh, forse vicino alle foci del fiume Indo. Alcuni supersiti dell’esercito di Liberio, interrogati sull’argomento, hanno dato versioni discordanti che coincidono solamente su alcuni punti. La città è stata fondata da Liberio e dai suoi seguaci attorno al 1998 D.n, più che una città è un conglomerato di abitazioni, tende e grotte dove abitano decine di razze ed etnie diverse. È proprio su questa base che Liberio ha costruito il suo esercito, unendo popoli che fino ad allora avevano soltanto combattuto fra di loro. Sembra che a capo della città fosse stato messo provvisoriamente il figlio di Liberio, ma dovrà passare qualche tempo prima di sapere effettivamente se sia sopravvissuto alle inevitabili dispute insorte alla morte del padre.

Personalità importanti

Gran Cacciatore di Adolk: non essendo più considerato un “mortale” non possiede più il nome che aveva alla nascita. L’attuale Gran Cacciatore è in carica da più di dieci anni, e come è consuetudine per questa città, la governa con sanguinario pugno di ferro. È stato uno dei più forti oppositori di Liberio, poiché la dottrina Kiniana portata avanti da costui era fin troppo “Liberale” e non teneva conto della logica supremazia degli orchi su tutte le altre razze.

Oktomar Umran: Generale supremo delle forze di Adolk, si è guadagnato il titolo a forza di sfide e omicidi. È un’orco di dimensioni abominevoli, si dice che da giovane abbia ucciso un fabbro che aveva fatto a suo avviso un ascia di pessima qualità, scagliandoli addosso la sua incudine sollevandola con una sola mano. Quel giorno fece fondere l’incudine e si fece costruire un’ascia a due mani interamente di ferro.

Zar Rhuk Kenfa: leader spirituale e politico della città di Novgorod, ha dato prosperità al suo popolo. È riuscito a sfruttare in maniera impeccabile la campagna di Liberio, riuscendo ad espandere i territori sotto lo stretto controllo di Novgorod.

Zacalimov Petronjesky: il gran sacerdote atacheliano è forse la seconda figura politica più importante della città di Novgorod. Personaggio ambiguo è difficile capire se sia alleato allo Zar o se persegua invece propri fini, quel che è certo è che la dottrina atacheliana non è abbastanza

Document info
Document views825
Page views825
Page last viewedFri Dec 09 14:21:44 UTC 2016
Pages299
Paragraphs4144
Words177797

Comments