X hits on this document

649 views

0 shares

0 downloads

0 comments

27 / 299

Citazione:Storia di Anthea [stilata da Guglielmo Cartesio, Eremita di Anthea]

Origini del Culto, storia, situazione attuale

Nelle leggende narrate dai cantori accade spesso di udire, tra le melodiose note dei canti, la presenza di figure ammantate dal mistero e da un alone di arcanismo, di filosofi, di cacciatori di verità e conoscenza o di potenti e saggi stregoni la cui sapienza è pressoché infinita: la maggior parte di loro sono, probabilmente, i prescelti dalla Semidea della magia e della conoscenza Anthea. Anthea è l'unica fra le deità ad esser stata veduta da mortali, infatti ella stessa lo era finché non chiese di divenire Semidea per continuare la sua ricerca di conoscenza nell'eternità; Anthea è la prova vivente della realizzabilità dell'impossibile e, forse, insano sogno umano del divenire divino. La Dea Onniscente appare in sogno ai propri fedeli prescelti indicando loro una via e donandogli un ruolo in quello che è considerato il miracolo dagli Antheiani: la Rivelazione. Attraverso ciò che apprendono, i fedeli fanno da tramite per passare le loro conoscenze acquisite alla Semidivinità rendendole più facile la sua ricerca della somma conoscenza. La conoscenza ricercata dagli Adepti del Culto, non è solo quella che banalmente si può ricercare nei testi o nelle memorie del passato, è una conoscenza concreta, non semplicemente a fine d'informazione, ma cercata per l'amore stesso di questa: infatti non tutti i fedeli sono rinomati letterati o matematici, ma lottano per avere il maggior numero di nozioni su un determinato argomento, sia esso la coltivazione del grano, la musica o l'astronomia. I fedeli di Anthea sono riconoscibili attraverso diversi simboli, oltre per la loro predisposizione ad essere saggi consiglieri o degli incredibili curiosi: L'Occhio Rivelatore è spesso presente nelle vesti o nelle armi dei fedeli, così come il gatto nero ed il cigno, simbolo rispettivamente di conoscenza e spiritualità.

Le armi maggiormente utilizzate dal culto di Anthea nei rituali sono la mazza ed il bastone.

Elemento ancora più comune nel vestire di ogni buon Antheiano è il colore viola, spesso abbinato a tonalità cromatiche scure o al colore argento.

Anthea assurse al ruolo di Semidivinità nel 1996 d.N. Dopo pochi anni, alcuni fedeli della divinità, fingendosi in principio fedeli di Chel, riuscirono ad amicarsi alcune delle personalità più importanti della città di Gradara, e infine a fondare un Tempio sacro alla Dea. Il Tempio venne accettato dalle altre Chiese, e per breve tempo divenne uno dei maggiori di Gradara. Molti trovarono ironico che nella città in cui Anthea provocò tanta distruzione, era anche l’unico luogo di Anairon in cui la si venerasse. Comunque gli anni passarono e la notizia si sparse. Florentia, da sempre attratta per tutto ciò che ha a che fare con la conoscenza, iniziò ad ospitare sempre più fedeli, finchè non si rese necessaria la creazione di un Tempio cittadino. All’inizio fu trattato con diffidenza se non con aperto odio, ma col passare degli anni, riuscì ad imporsi nel cuore dei fiorentini, e addirittura membri del Senato iniziarono ad essere visti al suo interno.

Nel 2011, dopo anni di primato, il Tempio di Gradara, governato da Sacerdoti non all’altezza, dovette cedere il primato al Tempio di Florentia, che divenne il più importante in Anairon. Come se non bastasse, il culto divenne eretico a Gradara, per ordine della Regina Lucrezia, e nel 2012, la situazione è ancora immutata.

Negli ultimi anni, dopo la comparsa di Ishaka l’Antico, una nuova visione di Anthea è stata data. In realtà, la Semidivintà, altro non sarebbe che lo spirito di una potentissima maga della Razza Antica, entrata nel corpo della chiromante, per poi possederla, e spingerla a compiere le sue volontà. Questo sarebbe supportato dal fatto che anche Ishaka, come Anthea prima di lui, cercò di utilizzare il rift per i suoi fini, ma venne interrotto prematuramente dai gradaresi. Se così non fosse stato, molti dei detrattori del Culto sostengono che ora ci sarebbe una Semidivintà in più.

Arma Sacra ad Anthea: Bastone ferrato

Elemento a cui sovrintende: Magia

Le Rivelazioni

La Signora Rivelatrice decise, come già accennato, di scegliere per ogni suo figlio una via, che rappresentasse la sua anima ed il suo carattere. La maga, essendo una veggente, scelse i Tarocchi, che vengono rivelati ad ogni adepto in un momento della sua vita, attraverso sogni o premonizioni:

Document info
Document views649
Page views649
Page last viewedSat Dec 03 22:24:31 UTC 2016
Pages299
Paragraphs4144
Words177797

Comments