X hits on this document

879 views

0 shares

0 downloads

0 comments

279 / 299

a manovella che permette di scagliare fino a 8 dardi in poco tempo. Caricando la molla prima dell’uso, e una volta che si scaglia il dardo, automaticamente il marchingegno ne carica un altro. Purtroppo è uno strumento molto delicato che ogni tanto si inceppa.

Protti Massimiliano

Torna all’Indice

i)Confraternità del sapere

L’ordine dei Fratelli del Sapere e’ un’associazione segreta diffusa in tutta la penisola Ethulica.

Questa societa’ e’ composta dai piu’ illustri studiosi, letterati, artisti e storici del nostro tempo il cui scopo principale e’ quello di raccogliere, copiare, catalogare e conservare ogni opera artistica, ogni scritto importante ma soprattutto di mantenere una dettagliata cronaca della storia d’Ethulia.

Quest’ordine si basa su alcuni dogmi fondamentali:

Neutralita’: ogni cronaca che verra’ vergata da un membro di quest’ordine dovra’ essere scevra di commenti, di pareri e purificata da ogni faziosita’o condizionamento religioso; la storia per l’ordine dei Fratelli del Sapere e’ l’insieme dei fatti reali ed accaduti, visti dall’occhio di un osservatore imparziale e privo di pregiudizi.

Una cronaca e’ preziosa e catalogata dall’ordine quando chiunque la legga puo’ ottenere la medesima impressione sui fatti accaduti indipendentemente dal proprio parere, dal proprio credo o dal proprio stato sociale.

Competenza: Ogni membro dell’Ordine dei Fratelli del Sapere e’ tenuto ad informarsi ed aggiornarsi in merito a qualunque aspetto della storia e delle arti; piu’ un fratello conosce ed e’ esperto piu’ la sua cronaca sara’ corretta e precisa nel contenuto e nella proprieta’ del linguaggio o del gergo specifico, espandere il proprio sapere a tutte le arti equivale a comprendere sempre piu’ il mondo e la sua storia.

Saggezza: La storia non e’ fine a se stessa, dalle cronache occorre trarre insegnamenti per migliorare se stessi ed il futuro, il fratello saggio impara dagli errori propri ed altrui affinche’ il suo futuro operato sia sempre migliore e tendente alla perfezione.

Gli scopi dell’Ordine sono i seguenti:

Creare una cronaca quanto piu’ dettagliata, obiettiva ed esaustiva della storia della penisola Ethulica; perpetuare quest’opera ricopiando gli scritti e conservandoli in biblioteche o in luoghi dedicati all’ordine; diffondere, sotto il controllo dei Custodi dell’ordine, la storia, le arti e gli insegnamenti che queste possono dare a terzi (dai regnanti, ai nobili, agli studiosi, da avventurieri a semplici profani). Chi richiede conoscenza ed arriva ad una biblioteca dell’Ordine significa che vi e’ stato condotto dalla storia stessa e la sua sete deve essere placata.

L’ordine e’ gestito da una gerarchia semplice:

Appena si entra a far parte dell’Ordine si diviene “Trovatore” il cui dovere e’ quello di viaggiare per le terre d’Ethulia e scrivere la cronaca di cio’ che si vede, si assiste o si viene a sapere.

Il secondo grado all’interno dell’Ordine e’ “L’Esteta” che si occupa di ricopiare, catalogare e conservare le cronache scritte dai Trovatori all’interno delle biblioteche dell’Ordine.

Il terzo rango e’ quello di “Bibliotecario” ovvero colui che gestisce una biblioteca dell’ordine e comanda i lavori di tutti gli Esteti sotto di lui.

Il quarto ed ultimo rango e’ quello di “Custode”: costui gestisce tutti gli affari dell’ordine in una determinata zona: egli ottiene i resoconti delle attivita’ delle biblioteche nella propria zona, sa sempre la presenza di Trovatori nel proprio territorio e decide gli avanzamenti di grado giudicando l’operato di tutti i ranghi inferiori.

I Custodi si occupano anche dei rapporti diplomatici e dei contratti con i nobili e coi regnanti della

Document info
Document views879
Page views879
Page last viewedSun Dec 11 08:12:13 UTC 2016
Pages299
Paragraphs4144
Words177797

Comments