X hits on this document

907 views

0 shares

0 downloads

0 comments

38 / 299

Perché si è arrivati ad una tale decisione? I motivi sono differenti. La totale apatia, la debolezza nei confronti di aberrazioni ed ingiustizie, lo scarso peso politico, gli scandali legati al Trifoglio si sommano per dare un’unica conclusione: la Chiesa Bianca va rivoluzionata.

Subito, i Vescovi di Taur Aire, potenza isolazionista ma autorevole nel culto, prendono il controllo del Sinodo. Viene deciso di spostare la Grande Chiesa a Londinium: questo gesto significa la fine della Chel indifesa; chiunque offenda ora la Dea, lancia una sfida alla nazione elfica. Vengono poste nuove basi filosofiche del culto, e nuove regole. Chiunque voglia intraprendere la carriera ecclesiastica nel nome di Chel ora deve sapere che la sua legittimità dipende da Londinium, e che dal Tempio della città arrivano la verità e la giustizia.

Il Culto

Chel è la divinità del ciclo della natura, della Luna, dell’acqua e dei mari. E’ inoltre patrona delle arti e della scrittura.

Questo non basta.

Chel è, prima di tutto, la dea della purezza e della verità. Ed è nemica di falsità ed empietà. Tutto ciò che vive nel Ciclo in continuo mutamento (da lei creato,e rappresentato dal ciclo della luna) gode della sua benedizione. Tutto ciò che ne vive al di fuori, è maligno, e deve essere epurato. I fedeli di Chel accettano questa missione con dedizione, anche se con mestizia: la via per la purezza è lastricata di dolore. Chel non è quindi solo la gentile patrona delle messi: è il muro di lance che le difende, è la guerriera sacra che sparge il suo verbo e la sua giustizia. A tutti.

Per Chel, infatti, l’ordine costituito si deve uniformare ai principi morali: non esiste ragione di stato, esiste solo verità. Alcune volte questa credenza è arrivata al suo estremo: si dice che nel Reich alcuni signorotti nobili che vessavano la popolazione sono stati tirati fuori a forza dai loro palazzi, e malmenati in pubblico da paladini cheliani. In realtà questo avrebbe portato a ben pochi risultati: la popolazione sarebbe stata poi sommariamente giustiziata. Certo è però che quei carnefici, da quel momento, non dormono sogni tranquilli. Chel, infatti, è la dea dei popoli: quando pochi, quindi, feriscono molti, la vendetta può essere la peggiore. Per quanto di indole generalmente benevola, infatti, i chierici cheliani sanno utilizzare il loro giusto furore per divenire delle macchine al servizio della loro Madre.  

Il Tera-Sinodyion ha stabilito che la Chiesa di Chel è un culto in armi: ogni Tempio ed ogni Capitolo Cavalleresco dovrà addestrare i fedeli presenti sul territorio. Questo per diversi motivi: primo, i fedeli debbono essere in grado di difendersi da soli, poiché il pericolo può arrivare da qualsiasi parte; secondo, qualora si presentasse un caso di aberrazione o di empietà, ogni pparen è tenuto a servire il Tempio, per distruggere la minaccia. Quando il pericolo è decisamente importante, il Sergente Capitolare più vicino, o, in mancanza, il Capo Tempio della zona può istituire un arriere-ban: tutti i fedeli di chel sono tenuti ad abbandonare il lavoro e dirigersi verso il luogo prestabilito, per servire nella guerra purificatrice fino a che non sia terminata la minaccia.

Ovviamente i Templi non si occupano solo di questo: la maggior parte del tempo, infatti, questi si occupano di portare aiuto agli indigenti, di sorvegliare pericoli ben più quotidiani, di promuovere la lettura delle scritture.

Nella città il Tempio si occupa più o meno delle medesime cose, anche se attrae persone differenti: barbieri e medici, speziali, dame e notabili,  giovani spadaccini desiderosi di una causa più grande di loro…Ovviamente, la legge alcune volte non permette le usanze più dirette del Culto. Spesso quindi i Cavalieri o i Sacerdoti debbono ricorrere a metodi più “occulti”.

Nelle città i templi tendono ad essere grandi ed isolati. In essi, infatti, viene custodito il sapere della Dea: poiché non esiste cultura, senza uno scopo, proprio nei templi delle gradi città i saggi fedeli della dea si riuniscono per ricapitolare tutto lo scibile conosciuto, e per porlo al servizio degli altri fedeli. Gli ampi padiglioni di questi templi immersi in giardini fortificati sono carichi di libri rarissimi e tesori segreti.

Arma Sacra a Chel: Armi contundenti ad una mano(Ethulia), lancia lunga leggera(Taur Aire), ascia a due mani(Danu)

Document info
Document views907
Page views907
Page last viewedMon Jan 16 22:43:42 UTC 2017
Pages299
Paragraphs4144
Words177797

Comments