X hits on this document

642 views

0 shares

0 downloads

0 comments

52 / 299

muovi la mano alla morte e al dolore soffia... vivi nel mio morso Kin signore del caso e del tempo e nelle mie fauci fai crescer le tue zanne uccidi per mia mano Kin padrone del folle e della bestia e dona alle mie forze gli artigli del rapace osserva dal mio occhio Kin maestro della notte e della morte e guida il mio istinto allo scatto del Leone regala alla mia caccia nuove prede e sarò il Tuo predatore offri al mio pensiero la ragione e sarò il Tuo urlo di distruzione riempi del Tuo verbo i vuoti e riempirò dei Tuoi vuoti le vite dei vili offro a Te il mio sangue la mia carne la mia rabbia il mio dolore la mia forza il mio ingegno la mia sorte il mio volere la mia vita la mia spada la mia magia la mia anima la mia storia il mio cuore la mia Morte e attendo l’ultimo dei viaggi il primo dei riposi”

Damon Kabìl

Rituale dell’alba:

Il sacerdote scatena lo scontro all’interno del suo tempio, come sacra tradizione, affinché lo spargere il sangue di chi crede in Lui, riempia le narici dei presenti.

L’artiglio sacro nelle mani del sacerdote apre il ventre del sacrificio preparato sul tavolo rituale, il sangue convoglia nelle apposite condutture scolpite nella roccia.

Fratelli il Giorno ha inizio il Grande Nemico sfida il nostro sguardo

e con lui i suoi fetenti fedeli, sta a noi accettare la sfida,

dimostrare che siamo migliori

persino

sotto la luce del loro viscido Dio.”

Il Sacerdote innalza le viscere del sacrificato, con vigore e violenza le sbrindella lanciandone i resti contro i fedeli che ancora spargono il loro sangue.

“La Giornata è lunga, ma sei voi non temete il giorno

come potranno

i nostri nemici sopravvivere alla notte?

A voi l’arma per scolpire la storia e con lei il vostro destino,

o Padre Kin benedici questo sangue e queste membra

affinché i tuoi servi vincano sulle false parole

dei tuoi nemici.”

Il Sacerdote strappa il cuore dal petto della vittima lo alza al cielo, lo spreme come fosse un frutto, facendo sgorgare il sangue sul sacro artiglio, per condurlo nella gola del Primo Paladino del Tempio.

Ora andate miei Fratelli, spargete i sacri verbi,

Document info
Document views642
Page views642
Page last viewedSat Dec 03 17:54:00 UTC 2016
Pages299
Paragraphs4144
Words177797

Comments