X hits on this document

698 views

0 shares

0 downloads

0 comments

61 / 299

In terzo luogo, proprio a causa dell’intensa attività magica riscontrabile, essi creerebbero una sorta di “corridoio” che condurrebbe direttamente alla Fonte, chiamata anche Nodo Zero. Questo punto della teoria è molto controverso, poiché allo stato attuale della conoscenza non è possibile verificare se l’ipotesi del “corridoio” sia vera o falsa. Infatti, nonostante la loro potenza, i Nodi sono difficilissimi da trovare, e a volte vengono nascosti dai Regnanti che non desiderano attirare troppa attenzione sui loro stati.

Fatto sta che, se l’ipotesi di Niceforo Oikonomoi fosse verificabile, chiunque avesse abbastanza esperienza e fortuna da accedere ad un Nodo Arcano, potrebbe acquisire energie magiche direttamente dalla Fonte e, se il contraccolpo non disintegrasse il suo corpo, avrebbe un potere illimitato….

Compendio di Magia, 1° Capitolo, Accademia Magica di Florentia

Essere esperti di magia è una questione di concentrazione; bisogna aver bene in mente il proprio obbiettivo, “vederci chiaro”, nel gergo popolare. Normalmente, le persone non hanno quelli che noi praticanti di arti arcane chiamiamo affinità magiche. Supposti doni di natura o propensioni naturali verso l’arcano sono quanto mai ridicole, dopotutto. Da secoli noi sappiamo che la conoscenza arcana è un sapere che va appreso con calma, impegno e dedizione. Anzi, nessun altro sapere richiede così tanta dedizione come il nostro. Ogni aspirante mago dovrebbe essere cosciente che, se vuole giungere ad una padronanza completa della Magia, egli deve consacrare ogni momento della sua vita allo studio e all’esercizio. Conta poco quanto la natura sia clemente con lui/lei, che sia elfo o umano. Ciò che importa è quanto egli sia disposto a sacrificare per raggiungere l’obiettivo…

Tratto da “Essere un Mago” di Essyham Du’Bay el Ashkyr el Shanish, saggio della corte del Pascià Omar

….E’ il caso di Reimas e di Gradara, luoghi in cui è accertata da tempo l’esistenza dei Nodi Arcani di Niceforo, ma dai quali non si è potuto ricavare molto materiale di studio, proprio perché tali Nodi rappresentano un pericolo assai notevole per chiunque. La presenza di un altro Nodo Arcano è stata accertata quattro anni fa nel Mar Nero. Lo stesso Nodo, collegato a quello presente a Reimas, avrebbe provocato secoli prima. La comparsa dell’isola di Tetzelona, poi sospinta verso le coste ethuliche, proprio in virtù del legame con il Nodi di Reimas.  La presenza di così tanti Nodi nel territorio circoscritto alla penisola ethulica ha permesso comunque di estrapolare importanti nozioni circa questi luoghi di potere. Innanzitutto, sembra sia possibile incanalare, con le dovute precauzioni, parte del potere sgorgante dai Nodi e utilizzarlo per rituali di altissimo livello. Sembra altrettanto sicuro che i Flussi convergenti nei Nodi siano più di due e non necessariamente di natura opposta. Sembra più probabile che all’interno dei Nodi Arcani i Flussi si mescolino tra loro tornando al loro stato primitivo, esattamente come sarebbe quello della Fonte. Detto ciò, ne consegue che la teoria di Niceforo Oikonomoi, sebbene in larga parte esatta, debba essere corretta in base ai nuovi dettagli occorsi…

Compendio di Magia, 5° Capitolo,  Accademia Magica di Florentia

La popolazione magica, in base alle ultime ricerche, si può suddividere in quattro tipi, che a loro volta sono suddivisi in gruppi più piccoli, che si specializzano in un particolare ramo del sapere.

I Maghi veri e propri sono quelli che, dopo anni e anni di studio e dedizione, arrivano ad acquisire una certa padronanza delle formule e delle leggi magiche. Si dividono in Maghi del Giorno, della Notte e del Crepuscolo e i sentieri che essi manipolano sono, rispettivamente, della Luce, della Tenebra, o di tutti e due contemporaneamente. Oltre a questi, i Maghi degli Astri, categoria a cui il sottoscritto appartiene, si mantiene in una posizione umilmente più avvantaggiata, potendo discernere tra le varie sfere di magia quelle che più si confanno agli scopi dell’umanità.

Document info
Document views698
Page views698
Page last viewedMon Dec 05 07:50:35 UTC 2016
Pages299
Paragraphs4144
Words177797

Comments