X hits on this document

977 views

0 shares

0 downloads

0 comments

64 / 299

inculcarvi nella mente niente che non reputerete sensato, e al termine delle mie lezioni sarò felice di dibattere sulle mie teorie. Per proseguire, come già accennato, se la fonte è la stessa, cosa allora ci distingue da un comune arcanista? Esatto, proprio la Fede, concetto che pochi riescono a vivere con lo stesso nostro trasporto. Avere Fede per noi non è solo credere nel Nostro Dio, ma è sacrificarsi anima e corpo a difendere e servire il nostro Dio. Niente è pià importante nelle nostre vite, che immolarsi totalmente per il Nostro Dio, e magari morire per esso. I più meritevoli e saggi di Noi, così facendo, ottengono la particolare capacità di eseguire Miracoli divini, Miracoli che possono eguagliare, e in alcuni casi superare, gli effetti ottenuti dagli  Arcanisti. La Fede, unita alle parole dei Padri, che possono essere trovate nelle Grandi Opere presenti nei più Grandi Templi, e accessibili a chi sceglie di servire la Nostra Chiesa, ci permette questo, e molto altro. Se davvero ogni essere vivente è dotato di una parte magica, l’anima, al momento della morte, questa parte che fine fa? Sparisce nel Nulla? Eccoci dunque finalmente giunti al centro nevralgico di tutto il mio discorso. Imparerete nel corso del mio corso a come non solo l’anima non vada sprecata, ma come in realtà si ricongiunga agli Dei, che nella loro infinita saggezza, provvederanno a riutilizzarla, per dar vita ad un’altra esistenza, sia essa animale, o vegetale. Domani parleremo di come tale discorso non sia applicabile a creature blasfeme come Demoni e Abomini, che come tutti sappiamo, non sono dotati di Anima, quindi non possono di certo equipararsi alle altre forme di esistenza.”

Alexandros Ilic, Arcivescovo di Brontia in Illiria

“Poveri e patetici schiavi. Credono che la conoscenza possa racchiudersi nei loro falsi insegnamenti e nei loro falsi Dei. Vieni con me, e ti aprirò gli occhi alla verità. Vuoisapere cosa è la Magia, allora mio caro devo prima spiegarti cosa è Gaia, visto che le due cose coincidono. La Magia è la fonte di tutta la vita senziente, ed ogni essere ne è permeato. La Magia non ci è data da Gaia, la Magia è Gaia, e quindi, ogni essere vivente da Lei discende, e a Lei ritornerà. Potrà non piacerti questo, ma in cuor tuo sai che è così, e la cosa più divertente, è che anche tutti i Grandi Padri dei Falsi Dei sanno questo, ma sono troppo ipocriti e spaventati per ammetterlo. Per troppo tempo Gaia è rimasta sopita, e i Cinque hanno potuto agire indisturbati tramite i loro fedeli. Ora è arrivato i momento che tutti sappiano la reale potenza di Gaia, la reale potenza della Magia, arcana o divina che sia, sempre Gaia è.”

Finrudel il risvegliato, Sacerdote in esilio da Taur Aire di Gaia

Gli squilibri avvenuti ultimamente, nella piccola città di Gradara, mostrano chiaramente che Magia Arcana e Magia Divina sono anche fin troppo collegate. Più una diventava forte e incontrollabile, più l’altra si affievoliva, come a suggerire che due forze contrapposte tirassero da parti opposte. Per i chierici questo è emblematico di quanto necessaria e ben riposta sia la loro diffidenza per tutto ciò che è Arcano. Non tutti però la vedono allo stesso modo. Ho avuto infatti modo di parlare con un fedele di Gaia, che sosteneva che i realtà non esista una reale distinzione tra i due tipi di Magia, ma solo distinzione in modi di apprendimento e finalità. Il potere di Gaia deriva da ogni fomra di vita dotata di un anima, e si indebolisce, se questo viene dirottato verso un punto specifico. Proprio questo sarebbe accaduto a Gradara, con l’arrivo di Ishaka l’Antico, impossessatosi del locale Nodo Arcano, e di fatto suo controllore. Capite bene Maestà, che se ciò fosse vero, dobbiamo aumentare di molto i nostri sforzi in questo campo, e fare in modo che certe eventualità non si ripetano.

Tissaferne, mago della Torre del Cosmo di Babilonia

Nicolò Rossi

Torna all’Indice

Document info
Document views977
Page views977
Page last viewedWed Jan 18 18:42:27 UTC 2017
Pages299
Paragraphs4144
Words177797

Comments