X hits on this document

1161 views

0 shares

0 downloads

0 comments

69 / 299

3)

Regola della Presentazione:

Ogni Arcanista è tenuto a presentarsi, in quanto tal,e alla locale forma di potere, e, se presente alla maggior istituzione Arcana della città, rivelarsi sotto la propria reale forma .

4)

Regola della Denuncia:

È obbligatorio denunciare all’istituzione locale ogni oggetto magico creato.

5)

Regola della Morale:

È vietato creare oggetti dai poteri blasfemi e dal potere inequivocabilmente maligno.

6)

Regola dell’Autenticazione:

Ogni oggetto dovrà essere autenticato, riportando la firma o il simbolo del creatore.

7)

Regola del Prestigio:

Il commercio di Oggetti Magici è cosa pericolosa e moralmente sbagliata.

8)

Regola del Singolo:

Ogni Individuo può portare uno ed un unico oggetto magico.

9)

Regola dell’Orgoglio:

Il creatore porterà sempre con sé la più potente delle sue creazioni evitando di preferire creazioni ritenute inferiori.

Arcanisti Famosi:

Flavio Uliede, La Lama del Sud: arruolato al momento nell’esercito Neapolitano, il suo potere, o la nomea che esso porta, lo rende un individuo potente e temuto persino dai vertici militari del Regno Teocratico. Si dice che non esista rivale più potente e pericoloso di Flavio, anche se in molti ne criticano la poca riflessività e prudenza, che spesso hanno portato la morte nei suoi compagni d’arme meno valorosi.

Aleandro, il veggente: Non esiste personalità più enigmatica di Aleandro. Si dice che i suoi occhi guardino così lontano e in luoghi impercettibili, da non riuscire a vedere ciò che altri vedono. Molte delle profezie giunte in Ethulia negli ultimi anni sono state profetizzate dal rispettato Aleandro.

Elenion Asar: L’elfo di Taur Aire, per lungo tempo a capo della loggia Arcadia di Gradara, è uno dei più grandi arcanisti della Sfera della Luce. Spesso criticato per il suo modo flemmatico, l’elfo ha dimostrato in più di un’occasione di avere una conoscenza davvero sconfinata. Ora non è più alla guida della Loggia Arcadia, ed è difficile trovarlo spesso nello stesso posto.

Selindacos il Bibliotecario: Uno degli Arcanisti più tormentato e vagante d’Ethulia, anche se ultimamente pare abbia trovato fissa dimora a Gradara, al servizio di Aureliano Spigadoro, defunto re di Gradara, a gestione della rinnomata e misteriosa Biblioteca di Gradara.

La sua fama non è dovuta al suo potere, relativamente limitato rispetto a quello di altri ben più noti maghi ethulici. La reale caratteristica che lo ha reso noto, è la profonda cultura e sapienza, in qualsiasi campo, ma soprattutto in quello arcano, storico e naturalistico. Conoscitore dei misteri più oscuri del creato, quando si parla di lui si dice che qualsiasi cosa un individuo necessiti di sapere, Selindacos o ne è a conoscenza, oppure conosce chi ne detiene le risposte.

Document info
Document views1161
Page views1161
Page last viewedTue Jan 24 10:06:20 UTC 2017
Pages299
Paragraphs4144
Words177797

Comments