X hits on this document

827 views

0 shares

0 downloads

0 comments

71 / 299

6)Cronologia

Esistono molte opere, conservate nelle biblioteche e negli archivi di tutto i mondo, che parlano dei tempi passati, della nascita di quella particolare città o Regno, delle gesta di quel particolare uomo politico o religioso, di una particolare organizzazione, o semplicemente dei semplici fatti successi nel corso degli anni.

Ogni Città o Regno che si rispetti, conserva la propria memoria storica in archivi appositi, che vengono aggiornato costantemente con i fatti che si susseguono giorno dopo giorno.

Cronisti più o meno ufficiali, si adoperano affinché tali fonti di conoscenza vengano sempre aggiornati, e possano fungere da monito peri posteri.

Ovviamente non sempre tali testi sono oggettivi. Molte volte, tale Regno, o tale regnate, nel vedere aumentata la propria importanza, e la propria munificenza, assoldano veri e propri professionisti della scrittura, che saranno incaricati di stendere un resoconto quanto mai favorevole. Il rischio quindi di incappare in questi testi è alto, ma il vero storico saprà destreggiarsi fra le opere affidabili e non. Il confronto è certamente la prima cosa da applicare quando si prende in mano un’opera del genere per la prima volta.

Come è facile immaginare, le opere a carattere storico, affondano le loro radici nel tempo, e alcune sono vere e proprie opere archeologiche, scritte centinaia se non migliaia di anni fa. Non tutte sono riuscite a salvarsi nel corso del tempo…incendi, terremoti, invasioni, umidità, roditori, incuria, sono le cause più frequenti di tale perdita. Laddove quindi non ci sono testimonianze, si può solo desumere quello successo da riferimenti trovati in opere successive. Questi riferimenti però, solitamente sono giusto un accenno, e non sono sufficienti a ricostruire un determinato momento con oggettività e completezza.

Va da se quindi, che le descrizioni per quello che riguarda i tempi più antichi, nel migliore dei casi sono frammentarie, e di certo non possono essere prese come oro colato. Il confine tra storia e leggenda, si fa via via più flebile, sino a confondersi del tutto.

Molti studiosi ogni anno, espongono nuove teorie, e portano a loro supporto nuove opere o testimonianze archeologiche. Alcune biblioteche contengono una vera e propria miniera di informazioni, ma tali informazioni non sono accessibili a tutti, e i materiale in esse contenuto non è sempre di facile lettura e comprensione.

Oltre agli studi condotti da vari sapienti in tutto il Mondo, anche alcuni maghi hanno deciso di mettere al servizio della scienza storica, le loro conoscenze magiche. Tali uomini però, a causa dei loro metodi difficilmente spiegabili, sono visti con sospetto dagli altri studiosi, che affermano che non ci si può certo fidare di quello scoperto con la magia, che non può quindi essere supportato da prove.

Anche il computo del tempo, non sempre trova d’accordo gli studiosi, e i problemi si sommano, se tali studiosi provengono da razze o culture diverse.

Ecco alcuni esempi della datazione usata presso alcuni Regni e Culture:

Terre Ethuliche: 2012 dN (fondazione di Neapolis)

Reich e Illiria: 1334 dR (fondazione Reich)

Regni Elfici: 8567 DA (morte e ascesa del primo Gran Sacerdote di Chel e fondatore della         chiesa.)

Impero Asa: 1577 dR  (Riunificazione dell’Impero avvenuta grazie a Premysl Ranu)

Liberia: calendario Ethulico

Terre Gialle, Isole dell’Estate, Terre Selvagge: hanno datazioni che variano di tribù in tribù

Document info
Document views827
Page views827
Page last viewedFri Dec 09 15:49:55 UTC 2016
Pages299
Paragraphs4144
Words177797

Comments