X hits on this document

864 views

0 shares

0 downloads

0 comments

84 / 299

di coloro che parteciparono alla sua sconfitta. Nella battaglia di Patavium, non erano presenti solo Neapolitani o Mediolanumensi…erano presenti cittadini ethulici, uniti per contrastare un nemico che voleva privarli della loro libertà. Contro un nemico infinitamente più numerosi, gli ethulici scoprirono di essere uniti, di sapere mettere da parte le diversità e gli odi, e di riscoprire valori comuni. La battaglia di Patavium segnò il punto di origine per un nuovo tipo di concezioni politica, che sarebbe nata dalle ceneri dei regni lasciati dal Lupo Bianco. In occasione della morte del generale Monfalco, chi più di ogni altro aveva reso possibile tale unione, ad Arcorium i rappresentanti di Neapolis, Mons Ferratus e Mediolanum, gettarono le basi per la nascita di uan nuova realtà politica, la confederazione ethulica. Era il 18° giorno del III mese di Atachel, 2011.

Dopo poco più di un mese, quello sancito li divenne realtà, e il 1° giorno del II mese di Kin, 2012, il Papa per Neapolis, il Console umano per Mons Ferratus, e il figlio di Monfalco, Pieraldebando Monfalco, firmarono la nascita dle nuovo regno. La capitale sarebbe stata una città nuova, che rispecchiasse tale unione, e quini universale. Il Regno, unito sotto la fede di Itzamna, Kinich e Chel, sarebbe stato governato da un concilio, a cui avrebbero preso parte i tre esponenti dei tre regni originari.

La confederazione, pochi giorni dopo la sua nascita, incorporà anche il Patriarcato di Urbino, che salutava la morte del suo vecchio e saggio patriarca. Il testamento redatto poco prima della morte dal patriarca, non lasciava dubbi sulal sua intenzione di unirsi a questa nuove realtà.

Da quel giorno, non passa ora che non si cerchino di unire e cementare i vecchi regni, ora divenuti tutt’uno

Vernentia, Florentia e Ghaz Gheneva per ora guardano con diffidenza la nuova creazione, temendo di vedere minacciata la propria autonomia. Gradara sembra invece essere più interessata, essendo uscita molto provata dall’esperienza del Lupo Bianco. Di certo, la Confederazione ogni giorno cresce in potenza, e presto diventerà una potenza di primo piano.

Nicolò Rossi

Torna all’Indice

c)Riassunti delle Campagne

2003

Prima di tale data Gradara è un regno fortemente laico (non vi è alcun tempio stabile), e Re Liberio governa il regno in qualità di legittimo ultimo discendente del casato dei Monferrato, signori del regno centro Ethulico. Questo fino a che Re Liberio Monferrato non decide di partire per il nord, molti dicono per dirigersi oltre la barriera che divide il Reich dalle Terre Selvagge ad est dell’impero nordico.

”Trovero’ la Spada Leggendaria e riuniro’ le terre d’Ethulia sotto ad un’unica bandiera” Queste erano state le sue parole prima di partire con la sua guardia personale e buona parte dell’esercito. E’ l’anno 1996 d.N.

Gradara viene lasciata nelle mani di nobili e dignitari, i quali per qualche tempo riescono a mantenere un certo controllo su cio’ che accade in città ed a garantire un certo qual ordine. Attirate dalla mancanza di un forte potere centrale, Gradara diventa pero’ a poco a poco rifugio e ritrovo di avventurieri e ambiziosi.

Tribù barbare, (la piu’ famosa delle quali è quella dei Lowenbrau) in fuga dai propri territori si stanziano nel regno di centro Ethulia e cominciano ad influenzare la politica locale. Il potere dei nobili e dei dignitari viene progressivamente scalzato e il regno piomba in breve in un periodo in cui sono la forza l’acciaio a decidere la politica.

Document info
Document views864
Page views864
Page last viewedSun Dec 11 02:25:07 UTC 2016
Pages299
Paragraphs4144
Words177797

Comments