X hits on this document

660 views

0 shares

0 downloads

0 comments

85 / 299

I Lowenbrau, capeggiati dal feroce Aaruth, di fatto cominciano una feroce azione antimagia, occupano parti importanti del regno e – pur non occupandosi direttamente di politica – fanno si che nessun altro possa esercitare un potere forte in città, o quantomeno piu’ forte del loro.

Questo fino all’arrivo di Samaelh della Serpe, figura piuttosto enigmatica della protostoria gradarese; per alcuni un ambizioso arrivista dal pugnale facile, per altri un liberatore ed un salvatore dall’oppressione barbarica.

Quale che fosse la verità su quest’uomo egli in un solo giorno riunisce sotto un’unica bandiera gli scontenti e gli ambiziosi del regno, rovescia ogni altra forma di potere, e annichilisce ogni opposizione fino a sgomberare la strada che lo porta diritto sul trono di Gradara.

Fondamentali nell’azione di Samaelh sono il Cavaliere Dredd, da tempo la spada piu’ temuta del regno, che lo affianca dall’inizio dell’azione (in molti si chiedevano all’epoca se non fosse in realtà Sir Dredd a manipolare Samaelh), la sacerdotessa Alia di Atachel indispensabile dispensatrice di informazioni, e la Chiromante Anthea la quale aveva previsto il buon esito dell’azione e dato alcuni preziosi suggerimenti per portarla a termine.

Le azioni del nuovo re sono solamente due: la prima delle quali è l’ordine di costruire templi per tutti e cinque gli dei (ed è da quel momento che templi e sacerdoti cominciano ad avere una VERA influenza a Gradara); la seconda è quella di Abdicare al popolo gradarese, consegnando alla gente la propria libertà ed il proprio destino e proclamando le “prime elezioni della storia di Gradara”. Le Elezioni sono un momento di brogli e confusione.

Samaelh e Dredd, si avvalgono dell’aiuto della “Confraternita della Lanterna”, ufficialmente una rispettabile Gilda di Commercianti presieduta da tali Ansaldo, Haplo ed Haigor e Hugh “la maschera”, ma ufficiosamente implicati nella maggior parte delle attività illegali della città, dal furto alla ricettazione, dall’assassinio allo spionaggio, dal contrabbando alla falsificazione. I maneggi della Lanterna fanno si che venga eletto (grazie anche alla somiglianza dei nomi) un “uomo di paglia” tale Samiel il mago (fondatore dell’Alleanza Arcana, quella che poi nel passare degli anni evolverà fino alla Loggia Arcadia).

Tale nuovo re, pero’ dimostra di non avere polso a sufficienza per reggere la difficile situazione di potere nella città e viene poco dopo portato al suicidio, dall’azione combinata dei due soliti Samaelh e Dredd.

Se pero’ i due avventurieri avevano l’intenzione di tornare al potere i loro piani vengono frustrati: Dredd trova infatti la morte per avvelenamento (una spada così temuta da risultare inaffrontabile la si poteva abbattere solo col veleno) Samaelh viene ucciso poco dopo da un vecchio compagno d’arme. Morendo Samaelh afferma di essere un celestiale figlio di Itzamna, che decaduto, era condannato a tentare gli uomini fino a che non avesse imparato ad amarli, e con l’ultima stilla del suo veleno maledice la città condannandola a passare di padrone in padrone attraverso dolore sangue e morte (i più hanno sempre ritenuto queste ultima vanterie i segni evidenti di una manìa egoica e di una follia galoppante, dato che tutti sanno che il primo celestiale disceso sulla terra è stata Euphonia, ma dati gli esiti della storia di Gradara sempre in preda a rivoluzioni e passaggi di potere alcuni tremano al pensiero che le sue parole potessero essere veritiere).

Comincia il governo di Kinich che si fa carico di mantenere ordine nella città. Detentrici del potere sono due donne:

Absinthe (vecchia) badessa di Kinich e sua sorella Artemisia, la quale – nominata regina – si occupa di governare ufficialmente il regno

La chiromante Anthea si infuria, non accetta infatti la morte di Samaelh e Dredd; richiama il demone Rag-nar e con il suo aiuto e da mostra dei suoi terribili poteri magici: racchiude la cerchia delle mura di Gradara in una bolla magica all’interno della quale tutti coloro che sono rimasti diventano non morti (compresi la badessa Absinthe e la regina Artemisia).

La popolazione infuriata si organizza: con un rituale aprono una breccia nella “bolla magica”, all’interno della quale si introducono i piu’ valenti guerrieri del regno. Le perdite sono altissime: i non morti di Anthea e Rag-nar uccidono nello scontro che verrà

Document info
Document views660
Page views660
Page last viewedSun Dec 04 06:18:15 UTC 2016
Pages299
Paragraphs4144
Words177797

Comments