X hits on this document

1014 views

0 shares

0 downloads

0 comments

87 / 299

letteralmente fuori i membri della gilda, occupando l’Arena e fondando in essa la Fratellanza d’Acciaio, un’Accademia di Guerrieri votata all’insegnamento della Via della Spada e delle regole d’onore che l’accompagnano.

Molti combattenti della città, tra cui il possente Lerith, decidono di affiliarsi alla Fratellanza d’Acciaio, ed essa diventa un punto di riferimento per tutti gli uomini d’arme di Gradara.

Sfortunatamente, Nemo trova la morte in circostanze misteriose durante un viaggio nella città di Urbino, ed il giovane Sir Aidelion, fiaccato dal dolore per la perdita dell’amico e mal consigliato da un ambiguo figuro di nome Cirano, si distacca dalla cura della Fratellanza d’Acciaio, che inizia un inesorabile declino.

Siamo al secondo mese di Kin, e durante una pesante nevicata, giungono a Gradara tre importanti figure religiose: Juda Freddafiamma, Templare di Kin, Namich Maglio di Luce, Sacerdote di Kinich, e Caranthir Falassion, Vescovo di Chel.

Per contrastare la costante proliferazione dei seguaci di Anthea, naturalmente mal visti ed invisi alle gerarchie religiose, i Capi dei Cinque Templi decidono di prendere in mano la situazione e di fondare un Supremo Tribunale dell’Inquisizione, con il compito di estirpare il culto di Anthea e di qualunque altra entità che sia al di fuori della Grazia dei Cinque Dei.

Il Tribunale era cosi composto: Alia Sposa delle Tenebre, di Atachel, Namich Maglio di Luce, di Kinich, Juda Freddafiamma, di Kin, Caranthir Falassion, di Chel, Egill di Itzamna.

Il primo colpevole a ritrovarsi sotto il giudizio della corte è Fidelio, uno studioso che per primo decise di palesarsi pubblicamente come fedele di Anthea.

Nonostante i numerosi tentativi di portarlo ad un’abiurazione della propria eresia, Fidelio decide di sfidare i giudici e di non rinnegare la propria fede, subendo a causa di ciò il verdetto della corte: Morte.

La sentenza viene eseguita da Sir Rhaegar Targaryen, detto “Cavaliere del Drago” per via del simbolo della sua Casata.

Nobile del Reich e Vendicatore di Atachel , nonché Spada Giurata di Alia Sposa delle Tenebre, egli giustizia Fidelio decapitandolo.

La morte di Fidelio risulta essere un pesante monito, che costringe gli altri fedeli di Anthea a rimanere celati agli occhi dell’Inquisizione.

Il clima in città è teso, il popolo teme lo sguardo indagatore dei Cinque Giudici, mentre presagi inquietanti sembrano annunciare il ritorno di Rag-Nar, il Demone che era stato alleato di Anthea durante la “Guerra degli Eroi”, che adirato per la morte di Fidelio promette di vendicarsi sulla città che già una volta aveva tentato di sottomettere.

E’ il primo mese di Chel, quando alcuni condottieri decidono di rispondere alle minacce del Demone con la stessa moneta.

Cogliendo al balzo l’esigenza di difesa causata dalla notizia dell’imminente ritorno di Rag-Nar, Damon Kabìl, un cacciatore del deserto appartenente alla Tribù dei Kwanumi, organizza un incontro con i guerrieri più valorosi ed influenti della città: Ser Ripicca d’Altatorre, rampollo di una nobile famiglia di Caesena, oltre ai già citati Lerith, Sir Aidelion de Aqualong e Sir Rhaegar Targaryen, che aveva contestualmente abbandonato il suo ruolo di Vendicatore di Atachel.

Durante una riunione alla Taverna di Gradara, questi cinque uomini fondano sulle ceneri della Fratellanza d’Acciaio ormai decaduta la Milizia della Fede, l’unica Forza Armata ufficiale di Gradara, collegata al Tribunale dei Cinque Templi, e con i seguenti compiti: mantenere l’ordine pubblico in città, dare la caccia agli eretici, e difendere Gradara da ogni tipo di invasore.

Una volta fondata, la Milizia della Fede ottiene la benedizione ufficiale del Consiglio dei Cinque Templi, in una scena surreale e quanto mai significativa.

Mentre Damon Kabìl e Ripicca d’Altatorre perorano la causa davanti alla Corte, un’intera compagnia di Mercenari, la Compagnia dell’Unicorno Nero, assoldata da Rhaegar Targaryen e da lui stesso guidata, circonda l’Arena dove si sta svolgendo l’udienza, mettendo di fatto i Cinque Templi con le spalle al muro.

Document info
Document views1014
Page views1014
Page last viewedThu Jan 19 15:31:50 UTC 2017
Pages299
Paragraphs4144
Words177797

Comments