X hits on this document

760 views

0 shares

0 downloads

0 comments

91 / 299

Atachel, e guadagnarsi la sua fiducia, Rhaegar decide di affrontare Pharalis in un duello leale per vendicare Milo Von Diakonov, donando all’elfo una morte onorevole che gli sarebbe di certo stata negata dagli adepti della Signora Oscura. Sopportando l’oppressione dei Templi Oscuri sulla città, l’Ordine della Fenice si prepara a colpire quando sarà giunto il momento.

Il momento giunge a ridosso del terzo mese di Atachel. Michelle, la donna di Rackhir, anch’essa adepta di Atachel, viene uccisa e sacrificata da Preah che la vedeva come sua rivale, ma non prima che la ragazza abbia rivelato al suo uomo un terribile segreto: fu Milo Von Diakonov, con la complicità dei famosi ladri chiamati De Harderos, a portare Alia e molti altri alla morte con l’aiuto del libro avvelenato. Una volta portata questa notizia all’Ordine della Fenice, la ritorsione è ovviamente inevitabile. Rhaegar Targaryen, non potendo più vendicarsi su Milo decide di farlo sulla sua pupilla, colei che ora è Sacerdotessa dello stesso Tempio che era stato della sua amata.

Anche Rackhir vuole la testa di Preah, onde vendicare Michelle. Ma tra loro e la loro vittima si frappone Lord Draco, capo del Tempio di Kin, alleato ed amante di Preah. Durante una riunione segreta dell’Ordine della Fenice, Draco viene accusato di aver tradito il Giuramento fatto alla Milizia della Fede, venendo condannato a morte dai suoi stessi vecchi compagni d’arme. La nebbia che si alza sul primo pomeriggio di un giorno del terzo mese di Atachel preannuncia aria di massacro. Con un’azione fulminea, Draco e le sue guardie vengono attaccate nel loro stesso tempio e trucidate senza pietà dal Gran Maestro ed i suoi tre Luogotenenti.

Preah, forse intuendo quanto sta succedendo, si barrica nel proprio tempio insieme a tutti i suoi numerosi seguaci. Decisi ad andare fino in fondo, Rhaegar Targaryen e gli altri radunano tutta la città di fronte al Tempio di Atachel, accusando Preah di essere folle e corrotta, e di aver tramato insieme a Lord Draco per sottomettere l’intera città. Dopo ore di tentativi inutili, in cui trovò la morte Rackir, e dopo aver più volte intimato a Preah di arrendersi per salvare se non se stessa almeno i propri seguaci, un gruppo di Maghi riesce a far crollare parte del muro esterno del Tempio, dove Rhaegar, Maldiluna ed Adam entrano di forza portandosi dietro tutti i guerrieri rimasti in città che non siano adepti di Atachel. Quasi tutti gli occupanti del Tempio vengono massacrati sul posto, e la stessa Preah viene uccisa insieme al bambino che porta in grembo dalla spada del Cavaliere del Drago, il quale più tardi abbatterà anche Dyo, l’unico dei fratelli De’Harderos ancora rimasto a Gradara. Mentre il Tempio di Atachel viene conquistato dalla folla inferocita, il Gran Maestro e i due Luogotenenti rimasti dicono addio al proprio confratello caduto, prima di salutarsi per l’ultima volta, separandosi su strade diverse verso orizzonti diversi. Il Nord, il Sud e l’Est.

Non torneranno mai più a Gradara.

Andrea Zito

Torna all’Indice

2005

Il Governo cittadino, l’apparizione del Drago, l’occupazione neapolitana

All’inizio dell’anno 2001 d.N., Gradara si sta riprendendo faticosamente dalle cicatrici lasciate dai seguaci del Nulla. Molte istituzioni cittadine sono lasciate a sé stesse, mancano completamente ogni sorta di governo centrale, legge, o commercio. La città sembra essere destinata a morire, e il Regno intero, con essa. I Templi, che avevano fatto la parte del leono contro il Nulla, erano indeboliti e decimati. Kinich, un tempo potente, giaceva quasi vuoto, ma salvo nella Fede. Gli altri Templi, a fine 2000 d.N. avevano subito il saccheggio da parte degli adepti del Nulla, e come se non bastasse, erano riusciti, tramite blasfemi rituali, a sconsacrarli, aprendo un profondo vuoto nelle conscienze dei Gradaresi. I primi mesi dunque, Gradara lo passò cercando d ritrovare l’unità persa, e per farlo, prima doveva ritrovare la sua Fede. Verso il III mese di Chel, i capi dei Templi cittadini, si riunirono per cercare di formare un governo cittadino unitario, coeso sotto il potere delle Chiese. Per Kinich vi era Estell, per Kin Gratia la Mezzorca, per Anthea Guglielmo Cartesio, per Atachel Joneleth V’Eridiss, per Itzamna Rachel e per Chel l’elfa Eldween.

Document info
Document views760
Page views760
Page last viewedThu Dec 08 02:11:58 UTC 2016
Pages299
Paragraphs4144
Words177797

Comments