X hits on this document

712 views

0 shares

0 downloads

0 comments

97 / 299

Al diniego di tale scuse, il generale se ne andò annunciando che ci sarebbero state conseguenze. L’alleanza tra Neapolis e Gradara si spezzò, lasciando il posto ad un’ostilità che presto sarebbe sfociata in guerra aperta.

Il II mese di Atachel, Aureliano ottenene di ospitare un concilio di tutte le potenze ethuliche, per pianificare la politica della penisola. Fu chiaro che Neapolis e Mediolanum però non sarebbero state d’accordo su praticamente niente, e iniziarono a delinearsi due grossi gruppi: Neapolis, Pisaurum e Agarkos da una parte, Mediolanum, Vernentia e Gradara dall’altra.

Altre forze erano però all’opera nella città di Gradara. Ishaka, anche se ritirato nel rift, agiva in città per opera di alcuni suoi fidati servitori, con scopi avvolti dal più totale mistero. Uno dei  suoi servitori più fidati era Evzen, ambizioso e capace mago della Loggia, che da subito aveva aiutato Ettore nelle sue ricerche, e poi si era messo al servizio di Ishaka. Un altro gruppo però agiva in direzione opposta, apparentemente al servizio dell’altro Antico, Hagazul. Costoro, ovvero Halarian, druido fedele di Chel, Marterius, Sacerdote di Itzamna, Zarastra, drow della casata Arabani, e  Draside, druido Agarkos, sin dall’apparizione di Ishaka,se non addirittura da prima, iniziarono a mettergli i bastoni tra le ruote, paventando una grande minaccia, nonostante tutte le belle parole. I loro dubbi si dimostrarono realtà, quando il III mese di Atachel, Ishaka mostrò ai gradaresi la sua vera natura. Dopo averli aiutati contro un potente attacco di non-morti, Ishaka annunciò che ora Gradara apparteneva a lui, e che i Gradaresi avrebbero dovuto acclamarlo come nuovo Signore. Con lui come capo non avrebbero avuto nulla di cui temere, minacciando invece di morte chiunque si fosse opposto. Ishaka diede tre giorni ai Gradaresi per decidere, al termine dei quali, avrebbe distrutto ogni forma di vita presente nel reggio di interi chilometri. Con lui, oltre ai golem, vi erano i fedeli servitori, Evzen in testa. Lo stesso giorno, Aureliano aveva sposato Lucrezia del Forte, del Patriarcato di Aquileiam.

Molti gradaresi, terrorizzati dall’annuncio, fuggirono dla regno, altri invece scelsero di rimanere, per comabttere e sconfiggere Ishaka. Grazie all’aiuto dei quattro servi di Hagazul, in possesso di un oggetto in grado di uccidere Ishaka ,trovato grazie all’aiuto indiretto di Hagazul, i gradaresi si prepararono allo scontro finale. La battaglia fu cruenta, e i golem lasciarono molti morti sul campo, ma grazie al sacrificio di Flavio, uno dei primi ad essere caduto sotto gli influssi di Ishaka, ma poi riscattato, Ishaka fu distrutto. I suoi servi furono sconfitti, ad eccezione di Evzen che sparì dalla circolazione. I quattro servi di Hagazul sparirono anche essi, forse a Florentia, portando con loro il figlio di Zima, che presentava gli stessi tratti somatici degli Antichi.

Dopo la sconfitta di Ishaka, il rift, che era stato manipolato da Ishaka per attingerne potere grezzo, venne nuovamente equilibrato, grazie anche all’aiuto di una misteriosa stirpe celeste, facente parte dell’Ordine di Kadosch. Per equilibrare il rift venne usata un’antica spada, appartenuta alla stirpe dei Monferrato, la stirpe degli antichi re di Gradara. Dopo tutto questo, la Celestiale proruppe in una strana e misteriosa profezia:

Il lupo bianco che solca le steppe ha trovato la sua preda. Ora a grandi balzi si avvicina per sventrarla, per riprendersi quello che era suo. Chiunque si opporrà al suo volere verrà travolto, i mari si ghiacceranno al suo passaggio e le messi appassiranno, nonostante questo il raccolto sarà abbondante. Nel grande crepuscolo la torcia della speranza rimarrà accesa per guidare a se le sue genti, ma la speranza è una torcia che non produce calore, solo con il fuoco più puro si può sconfiggere l’oscurità.

Pochi giorni dopo questi avvenimenti, i blocchi apparsi al Concilio ethulico iniziarono le prime scaramucce. La guerra ethulica era cominciata.

Nicolò Rossi

Torna all’Indice

Document info
Document views712
Page views712
Page last viewedMon Dec 05 20:43:48 UTC 2016
Pages299
Paragraphs4144
Words177797

Comments