X hits on this document

286 views

0 shares

0 downloads

0 comments

36 / 50

Countries & Works Underway

STU Stazione: l’Università entra in cantiere

Contributor: Filippo Bucci

Prosegue lo scambio tra la Business Unit Infrastrutture e la facoltà di Ingegneria del- l’Università di Parma: dai seminari in Facoltà tenuti dai nostri ingegneri, fino alle visite degli studenti ai cantieri. Raccontiamo le fasi principali di questo rapporto e abbiamo intervistato il Prof. Fe- lice Giuliani, docente di “Ingegneria delle Infrastrutture Viarie e dei Trasporti", che questa estate ha accompagnato gli studenti del corso di laurea magistrale di Inge- gneria Civile a visitatare i lavori alla Stazione di Parma.

Seminari

La Business Unit Infrastrutture ha, negli anni recenti, tenuto due seminari presso la Facoltà di Inge- gneria dell’Università di Parma.

Il primo, tenutosi nel 2007, nel contesto dell’Insegnamento di “Progettazione Avanzata di Infra- strutture Viarie” (Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Civile), ha riguardato la realizzazione del Ponte sul Fiume Taro, sul Nuovo Asse Cispadano SS. 62 di compe- tenza ANAS. Il secondo, tenutosi nel 2010, come parte dell'Insegnamento di "Ingegneria delle Infrastrutture Viarie e dei Trasporti" (Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria

Civile) ha invece trattato i lavori in corso a Parma del Progetto di Riqualificazione Urbana Stazione FS- Ex Esso, per il cliente STU Areastazione.

In entrambi i casi, i seminari in aula della durata di due ore cia- scuno, hanno consentito ai rap- presentanti della Bonatti SpA, di esporre le linee generali che gui- dano la concezione di un progetto calato in un determinato contesto territoriale, fino alla sua comple- ta progettazione, pianificazione ed esecuzione nei minimi detta- gli.

Particolare rilievo è stato dato al tema della gestione della Com- messa di Costruzioni, come risul-

tato di un insieme di azioni forte- mente integrate, finalizzate al controllo anticipato del processo produttivo e della verifica degli obbiettivi temporali ed economi- ci, allo scambio di informazioni all’interno del team di progetto ed alla volontà di lavorare in squadra, come fattore professio- nale determinante e peculiare della Bonatti SpA.

Si è creata così una situazione di scambio tra l’Impresa e gli alunni, i quali hanno dato seguito alla loro curiosità con numerose do- mande ed interventi, che hanno consentito di mettere in luce la Bonatti come un importante pun- to di riferimento lavorativo e formativo.

Il plastico che mostra il progetto: la piazza antistante la stazione di Parma.

36

Document info
Document views286
Page views335
Page last viewedSat Dec 10 14:54:26 UTC 2016
Pages50
Paragraphs603
Words15183

Comments